Novara Fc ad Arzignano per vincere per continuare a credere nei play off

Azzurri con molte assenze, ma il tecnico Marchionni è fiducioso: «Dobbiamo riprendere quello che abbiamo lasciato per strada»

Novara aritmeticamente salvo a tre giornate dalla fine, dopo la sconfitta interna dei milanesi del Sangiuliano con la Juventus Next Gene in uno dei due anticipi disputati giovedì, la squadra del presidente Massimo Ferranti si appresta a chiudere una stagione inferiore alle attese, con due trasferte, prima di Pasqua l’Arzignano, sabato 22 aprile al “Briamasco” contro il Trento dell’ex Bruno Tedino. In mezzo, domenica 16 aprile, l’ultima gara casalinga del campionato al “Piola” con la capolista Feralpisalò.
Un ostacolo per volta, il primo non è dei più agevoli, allo stadio “Tommaso Dal Molin” contro la matricola vicentina del ds Matteo Serafini e del tecnico Giuseppe Bianchini. Azzurri sembre vittoriosi nelle tre precedenti trasferte in Veneto, a Padova (2-1), Vicenza (2-1), Verona con la Virtis (1-0) nella prima gara col ritorno del tecnico Marco Marchionni in panchina: «Dobbiamo riprendere quello che abbiamo lasciato per strada domenica scorsa con la Pergolettese. Serve entrare in campo con la testa giusta per giocarci l’occasione play off che si siamo meritati. La salvezza aritmetica può essere una spinta in più» la sottolineatura dell’allenatore romano.

Che ancora una volta dovrà fare a meno di parecchi giocatori, infortunati il portiere Pissardo, i difensori Bertoncini e Urso, i centrocampisti Masini e Tentoni, gli attaccanti Galuppini e Vuthaj, squalificato l’interno Marginean.
Marchionni orientato a tornare al 3-5-2, tra i pali Desjardins; difesa con Benalouane e i rientrati Ariaudo e Illanese. In cabina di regia Ranieri, interni Varone e Rocca, sulle fasce a destra Calcagni, a sinistra Ciancio. Davanti Margiotta e Spalluto, per cercare la settima vittoria esterna e dare un senso agli ultimi 180′ del campionato.

Arzignano che il Novara affronta per la terza volta nella sua storia, i due precedenti match entrambi vinti dagli azzurri, in Veneto nella Poule Scudetto, della passata stagione, gol su rigore di Vuthaj (1-0). In questo campionato, nel girone di andata, in casa per 3-1, l’Azignano rimase in inferiorità numerica appena dopo il quarto d’ora subendo il raddoppio di Galuppini su rigore. Novara che aveva sbloccato la gara con Khailoti, al primo centro in maglia azzurra, il tris con Gonzalez al 32′ della ripresa, dopo che Parigi (19′ st) su rigore aveva riaperto la gara per i vicentini.

Leggi anche

Novara Fc, la salvezza in C è il primo passo per guardare avanti

IL PROGRAMMA (35^ giornata) giocate giovedì: Sangiuliano-Juventus Next Gen 0-1; Pergolettese-LR Vicenza 0-0; sabato 8 aprile, ore 14.30: Arzignano-Novara, Trento-Padova, Piacenza-Pro Sesto, Mantova-Renate; ore 17.30: Feralpisalò-Triestina, Lecco-Pro Patria, Pordenone-Pro Vercelli, Virtus Verona-Albinoleffe.

CLASSIFICA: Feralpisalò 65; Pro Sesto 60; Pordenone 59; Lecco 58; LR Vicenza 55; Virtus Verona 51; Padova 50; Arzignano, Renate, Juventus Next Gen 49; Novara, Pergolettese 48; Pro Patria 46; Trento, Pro Vercelli 42; Sangiuliano 41; Mantova 39; Albinoleffe 37; Triestina 35; Piacenza 31.

PROSSIMO TURNO (36^ giornata) domenica 16 aprile, ore 14.30: Albinoleffe-Trento, Juventus Next Gen-Arzignano, LR Vicenza-Pordenone, Novara-Feralpisalò, Padova-Lecco, Pro Patria-Piacenza, Pro Sesto-Pergolettese, Pro Vercelli-Mantova, Renate-Virtus Verona, Triestina-Sangiuliano.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2024 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Guido Ferraro

Guido Ferraro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni

Novara Fc ad Arzignano per vincere per continuare a credere nei play off