Novara attende l’arrivo di tappa del Giro d’Italia: «L’immagine di una ripartenza»

Ripartenza. È stata la parola più utilizzata nel corso della conferenza di presentazione della tappa di arrivo del 104esimo giro d’Italia nella città di Novara. Amministrazione, sponsor e sostenitori sociali si sono ritrovati questa mattina, giovedì 6 maggio, nell’Arengo del Broletto, per descrivere l’importanza di un evento simile in città. Presente anche l’assessore regionale Fabrizio Ricca.

«Quando l’assessore allo Sport ci ha contattato per offrirci questa possibilità eravamo in piena pandemia, ma non abbiamo esitato a dare risposta, – ha detto il sindaco Alessandro Canelli – sarà un arrivo con forti misure contenitive, ma un modo di veicolare un’immagine a livello nazionale e mondiale».

Gli atleti arriveranno domenica 9 maggio dopo essere partiti da Stupinigi. Un messaggio univoco: un segnale di ripartenza dopo un periodo così particolare e difficile. Novara si è preparata ad accogliere il giro, con un accento sulla sicurezza come espresso dall’assessore Piantanida, sul commercio come delineato dall’assessore Franzoni, sulle strade come detto dal consigliere provinciale De Grandis. Un evento reso possibile grazie a sponsor che hanno espresso con entusiasmo il loro sì: a prendere parola sono stati Fabio Leonardi, vicepresidente del consorzio Gorgonzola e Fabio Ravanelli presidente Camera di commercio.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL