Domani il Novara deve rincorrere il successo

Un derby non vale mai solo tre punti e il vecchio “adagio” del calcio, figlio di passione e campanilismo, è quantomai perfetto per introdurre la sfida di domani, domenica 9 febbraio, tra Novara e Gozzano. Un match che propone per entrambe le formazioni un solo risultato utile: il successo. Il Gozzano, in condizioni di classifica deficitaria e non ancora rigenerato dalla “cura” Soda, ha bisogno di una vittoria per ritrovare fiducia e soprattutto per riprendere il “ritmo salvezza”.

Il Novara, invece, insegue un successo che interromperebbe una striscia negativa iniziata il 15 dicembre e che, soprattutto, regalerebbe la prima gioia alla nuova proprietà: dal passaggio di consegne, infatti, gli uomini di Banchieri si sono un po’ smarriti, tra prestazioni sottotono e una mancanza di concretezza sotto porta che ha minato le possibilità di raggiungere il secondo posto. Così, la sfida al Gozzano diventa un appuntamento da non poter fallire per non alimentare ulteriormente i rimpianti per ciò che poteva essere e non è stato.

 

[the_ad id=”62649″]

 

«Ripartiamo dalle prestazioni offerte nelle ultime settimane – rassicura il tecnico azzurro Banchieri – perché credo che quelle non siano mai state negative. Ci sono mancati i risultati ma credo che questo non debba né scalfire la fiducia nei nostri mezzi, né farci considerare in maniera negativa gli ultimi pareggi conseguiti. La classifica si sta accorciando, in questa fase è normale che capiti, e chi sta dietro cerca punti ovunque. Per questo non dovremo sottovalutare assolutamente il Gozzano».

Banchieri deve fare i conti con le condizioni non ottimali di Gonzalez e Sbraga: entrambi sono in dubbio ma al momento filtra un discreto ottimismo rispetto alla possibilità che scendano regolarmente in campo. Diverso è il discorso a centrocampo, dove il ballottaggio tra Collodel e Nardi vede il primo favorito per una maglia da titolare. Maglia che si è preso ormai Cisco: se il cambio Lanni-Marchegiani tra i pali al momento ha un saldo “pari”, l’esterno offensivo è sembrato invece fin da subito in grado di offrire un contributo importante alla causa.

Probabile formazione

NOVARA (4-3-2-1): Lanni; Barbieri, Sbraga, Bove, Cagnano; Bianchi, Buzzegoli, Collodel; Gonzalez, Cisco; Bortolussi. A disp.: Marricchi, Bellich, Cassandro, Pogliano, Pinotti, Sterchie, Schiavi, Nardi, Peralta, Piscitella, Pinzauti, Paroutis. All.: Banchieri.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *