Provincia Trecate

Piscina di Trecate: «Estate contratta, ora pensiamo ai nostri corsi: a settembre i recuperi»

Eros Pavon, titolare della società che ha preso in gestione la piscina comunale di Trecate, traccia il bilancio di una stagione estiva particolare e presenta la stagione invernale con tutti i corsi. Inoltre nella vasca piccola sono state sistemate le temperature per i corsi d’acqua neonatale

«Un’estate contratta, non abbiamo uno storico per poter fare un paragone, ma è stata una estate particolare. Non abbiamo mai avuto necessità di contingentamento. All’inizio è stato un po’ difficile per l’autocertificazione, le persone si sono dovute abituare. Non ci lamentiamo». E’ molto diretto Eros Pavon, il titolare della società che ad agosto ha preso in gestione la piscina comunale di Trecate. Di fatto la struttura è rimasta aperta un mese. «Senza il sostegno dello staff non ce l’avrei fatta, il loro impegno e la loro professionalità sono stati fondamentali nella gestione. Abbiamo gestito bene gli spazi con 50 ombrelloni e lettini come postazione fissa e poi altri 50 ombrelloni a cui nel caso abbinare lettini» spiega.

 

 

Ora l’interesse è rivolto ai corsi. «Utilizzeremo questo mese di settembre per i corsi di recupero, ossia le lezioni che di fatto con il lockdown sono andate perse. Abbiamo già avuto adesioni e credo che con il passaparola torneranno tanti bambini e giovani, – dice Pavon – I corsi ufficialmente partiranno la prima settimana di ottobre. Non sarà un settembre di guadagni ma vogliamo essere vicini alle famiglie». Tutta la piscina è stata organizzata secondo le regole per il rispetto delle distanze e per la sicurezza di tutti: pannelli divisori negli spogliatoi, panchine con posti segnati, persone a turno all’ingresso, termoscanner, personale per controllare. «Con il nuoto libero siamo già partiti lunedì 7 settembre, le persone stanno arrivando». Hanno anche già ripreso le società sportive. Novità, la sistemazione della temperatura della vasca piccola: «Abbiamo realizzato un intervento per alzare la temperatura fino a 32 gradi e non più solo 30, questo facilita le mamme e i piccoli».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati