Partiti da Oleggio i volontari Aib per dare una mano contro l’emergenza incendi in Sicilia

Il sindaco Baldassini: «La volontà di aiutare chi affronta calamità naturali, ovunque si verifichino, è la base dello spirito dei nostri volontari»

Partiti da Oleggio i volontari Aib per dare una mano contro l’emergenza incendi in Sicilia. Lo rende noto il sindaco Andrea Baldassini.

«Quattro nostri volontari sono partiti, insieme a molti altri AIB del Piemonte, per prestare attività di supporto ai colleghi siciliani e fronteggiare la drammatica situazione che stanno vivendo. La volontà di aiutare chi affronta calamità naturali, ovunque si verifichino, è la base dello spirito dei nostri volontari – commenta Baldassini, che aggiunge – Sono certo che svolgerete un ottimo lavoro come sempre avete fatto per la nostra comunità».

Alla richiesta d’aiuto della Protezione civile hanno risposto presente volontari Aib da tutto il Piemonte «con un contingente composto da 5 automezzi e 14 Volontari operativi. I mezzi di colonna mobile sono dotati di modulo antincendio boschivo e di attrezzature specifiche per operazioni di spegnimento e di bonifica», spiega Aib Piemonte.

Contestualmente il Corpo AIB Piemonte risponderà anche per l’emergenza incendi in Sardegna, fornendo 3 autoveicoli Land Rover Defender, anch’essi dotati di modulo antincendio, per supportare gli automezzi della regione sarda.

«La situazione è in continuo evolversi – continua Aib – e la nostra Organizzazione rimane in costante contatto con gli Enti preposti per poter dare sempre un supporto efficiente. Infatti, dopo il primo contingente di volontari in partenza questa sera (domenica 1 agosto, ndr), nei prossimi giorni saranno valutate eventuali cambi turni per garantire la continuità delle attività».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *