Garbagna, l’allarme dell’amministrazione: «Vandali in paese»

A individuare il gruppo di giovani e giovanissimi, anche minorenni, il sistema di videosorveglianza

Garbagna Novarese, vandali in azione: giovani e giovanissimi. A denunciare la situazione è la stessa amministrazione che ha documentato alcuni danni. A individuare i responsabili, che agiscono in piazza Municipio, vicino al Comune, alla scuola primaria, nell’area giochi del centro sportivo, è stato il sistema di videosorveglianza con il controllo da parte della polizia municipale.

I responsabili sono residenti e non nel Comune, «nelle ore serali e notturne sfocia in atti di vandalismo e danneggiamento di proprietà pubbliche, quindi dell’intera comunità: incisione di scritte blasfeme, piegamento e sradicamento di pluviali dell’acqua, rottura e asportazione di piante decorative dai vasi, accessi al giardino privato della scuola primaria, rimozione di segnaletica del Comune».

I responsabili di questi fatti si divertono anche a gettare e lanciare rifiuti su aiuole, strade, aree private, violando la quiete pubblica con schiamazzi e urla anche contro la pubblica fede.

«Gli interventi di pulizia da parte dell’operatore ecologico non riescono a sostenere i continui imbrattamenti. La grave e perpetrata situazione è in fase di segnalazione alle forze dell’ordine. Si invita pertanto la cittadinanza, con spirito di collaborazione, a segnalare agli uffici qualsiasi gesto e comportamento individuato che non rientri nell’ordine del comportamento civile».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni