Freddo, grandine e persino neve. Ma ora si torna alla normalità

I passaggi perturbati degli ultimi giorni hanno finalmente rotto l’incantesimo anticiclonico e riportato le tanto attese piogge. Si è trattato principalmente di precipitazioni deboli o moderate che hanno però ridato linfa ai nostri terreni aridi dopo un inverno avaro. 

In realtà dal cielo è caduto di tutto dalla grandine che ha colpito venerdì pomeriggio le zone ad est di Novara in particolare Trecate fino ad arrivare alla neve mista a pioggia di domenica pomeriggio nei quartieri nord della città in particolare Sant’Antonio e Santa Rita. Tali fenomeni sono stati causati dall’arrivo di aria molto fredda da nord-ovest che ha generato un generale stato di agitazione dell’atmosfera. 

Tuttavia ancora una volta non abbiamo visto una vera e propria perturbazione Atlantica organizzata in grado di portare precipitazioni importanti e continuative. Questo potrebbe accadere intorno a metà mese e metterebbe veramente fine allo stato di siccità che per ora non è superato. 

Nel frattempo la settimana entrante sarà caratterizzata da sole diffuso e temperature che si riallineeranno con la media del periodo dopo il freddo di questi giorni.  

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Fabrizio Cerri

Fabrizio Cerri

Fabrizio Cerri. Novarese da generazioni, 25 anni, ambientalista- Chimico di istruzione e laureato presso la facoltà di economia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni