“Tratti e ritratti”: al castello un’esposizione per ricordare l’opera di Edmondo Poletti

Sarà inaugurata alle 17 del prossimo 17 ottobre, al castello di Novara, la mostra “Tratti e ritratti”, «ultima tappa – come hanno spiegato il presidente della Provincia di Novara Federico Binatti e il consigliere delegato alle Politiche culturali Marzia Vicenzi – del percorso di riscoperta delle opere e della figura di Edmondo Poletti, uno degli artisti più particolari del nostro territorio. Da oltre un anno la Provincia di Novara con la galleria “Vivace” di Novara e l’associazione “Taaf” di Carpignano Sesia sta portando avanti quello che potremmo chiamare “progetto Poletti” e che, dal settembre del 2022 a oggi ha portato a diverse iniziative: una cosa che, lavorando a quest’opera di valorizzazione, abbiamo imparato in questi mesi è che Edmondo Poletti non finisce e non finirà mai di stupirci con la sua creatività, la sua fantasia e la ricchezza poliedrica delle sue opere».

«Nel mese di gennaio di quest’anno – hanno proseguito il presidente e il consigliere, «a seguito del recupero del calco originale del “San Gaudenzio” del Poletti, è stata organizzata l’esposizione con il relativo catalogo “Edmondo e Gaudenzio”, che, all’interno del progetto, ha rappresentato una delle fasi più interessanti del lavoro svolto, un’ulteriore iniziativa nata dal lavoro di numerosi artisti affascinati dall’arte di Poletti, dalla sua devozione nei confronti di san Gaudenzio, dalla cultura e dalle tradizioni del territorio, oltre che uniti dalla volontà di rivisitare in chiave personale la figura del patrono del capoluogo e della Diocesi, primo vescovo e grande diffusore della fede nella “terra tra i due fiumi”. Una figura che ha sicuramente segnato Poletti».

Il presidente e il consigliere hanno ricordato in conclusione che «nel settembre 2022 è stata organizzata, nel quadriportico di palazzo Natta, la mostra “Le radici dell’arte”, che ha visto l’esposizione di alcuni calchi originali di Poletti e che è diventata l’occasione per coinvolgere collateralmente anche numerose realtà del Novarese proprietarie di questo genere di beni artistici, ovvero il Comune di Carpignano Sesia, il museo storico “Rossini” di Novara, il museo “Fanchini” e il museo di arte sacra “Mozzetti” di Oleggio e la gipsoteca “Sacchi” di Gozzano».

“Tratti e ritratti”, a ingresso gratuito, sarà visitabile fino al prossimo 24 ottobre.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2024 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni

“Tratti e ritratti”: al castello un’esposizione per ricordare l’opera di Edmondo Poletti