Teatro degli Scalpellini di San Maurizio d’Opaglio: pronto il programma della decima edizione di “Vado a teatro!”

12 spettacoli, 1 concerto, 1 laboratorio tra settembre 2022 e maggio 2023

La stagione di teatro contemporaneo d’arte al Teatro degli Scalpellini di San Maurizio d’Opaglio, è organizzata dal Teatro delle Selve, con la direzione artistica di Franco Acquaviva, ed è sostenuta da comune di San Maurizio d’Opaglio, Istituzione Museo del Rubinetto, e da Il Castagno, Pettinaroli, Fantini, Cimberio, Fornara, Ottica Bacchetta, I Crolla, Studio Morreale

12 spettacoli, 1 concerto, 1 laboratorio tra settembre 2022 e maggio 2023, in un percorso che attraversa vari linguaggi della scena contemporanea, declinati da gruppi e performer di livello nazionale, di cui alcuni premati agli UBU; tocca importanti temi storici, sociali e ambientali; interroga grandi poeti e artisti del passato come Leopardi, Caravaggio, Cechov; crea ponti con la musica di grandi autori contemporanei come Franco Battiato; innesta contaminazioni con la poesia di un’autrice molto amata come Chandra Candiani. Vede inoltre, in un significativo rilancio dell’attività creativa della compagnia residente, la presenza di ben quattro titoli del Teatro delle Selve: due riprese e due novità assolute in prima nazionale.

Si comincia sabato 17 settembre, h 21, con la ripresa di STORIE D’ACQUA DOLCE del Teatro delle Selve. Un confronto buffo tra uno scienziato, un homeless e un rubinetto sui temi dell’utilizzo pubblico e sulla conservazione di un bene comune prezioso come l’acqua. Allo spettacolo segue il 18 settembre, dalle 15 alle 17, DANZE D’ACQUA, un laboratorio teatrale gratuito aperto a tutti.

La due giorni rientra in un più articolato progetto dal titolo Ecomusei Palcoscenico Naturale, promosso dalla Regione Piemonte, che vede per la prima volta una collaborazione tra Fondazione Piemonte dal Vivo, Associazione Abbonamento Musei, Rete Regionale degli Ecomusei – tra cui il locale Ecomuseo del lago d’Orta – e consolidate realtà teatrali in ambito professionistico residenti sul territorio regionale.

Venerdì 23 settembre, ore 21, verrà presentata la stagione con il concerto di DEBORA PETRINA. Vincitrice del Premio Ciampi nel 2007 e produttrice stimata nell’ambito jazz e sperimentale contemporaneo, Petrina è compositrice, cantautrice, pianista, tastierista, chitarrista. Segnalata da David Byrne, che ha spesso pubblicato i suoi brani nelle sue radio playlist.

Venerdì 14 ottobre, ore 21, AL CINGHIALE BIANCO. In compagnia di Franco Battiato, vede la ripresa di un recente lavoro del Teatro delle Selve dedicato alla figura del compositore recentemente scomparso. Sul palco, oltre agli Spaziocalmo, giovane band che già mostra una decisa

Linea autoriale, il giornalista Elia Perboni alle prese con vari ospiti d’eccezione, tra cui Gianfranco D’Adda (per 35 anni il batterista di Battiato)alle percussioni, Umberto de Paolis al violoncello e poi Franco Acquaviva e Mariasole Acquaviva in qualità di attori.

Venerdì 28 ottobre, ore 21, torna il Teatro Potlach, storico gruppo del teatro di ricerca italiano con  IL MAGO DEL GRANO,uno spettacolo spiccatamente ecologista,sulla figura e gli studi dell’agronomo Nazareno Strampelli, che all’inizio del secolo scorso si dedicò, con la moglie Carlotta, alla creazione di una nuova tipologia di grano resistente alle intemperie e alle malattie.

Venerdì 11 novembre, ore 21, Progetto Zoran con ENIGMA CARAVAGGIO, propone uno spettacolo interattivo e multimediale, una crime story che porta direttamente il pubblico ad indagare la morte del grande pittore, ripercorrendone gli spostamenti degli ultimi anni di vita.

Sabato 19 novembre, ore 21, una nuova produzione, in prima nazionale, del Teatro delle Selve. SOGNI DEL FIUME è una fiaba teatrale tratta dall’omonimo libro di prossima pubblicazione (settembre 2022) di Chandra Candiani, messo in scena con la regia di Franco Acquaviva, anche attore, e la partecipazione straordinaria della stessa Candiani in qualità di attrice-interprete

Si riprende nell’anno nuovo, venerdì 13 gennaio 2023, ore 21, con LA FABBRICA DEGLI STRONZI, una co-produzione delle compagnieKronoteatro e Maniaci D’Amore. Lo spettacolo esplora, con livido umorismo e qualche baluginio di tenerezza, il paradigma vittimario così radicato oggi nella psicanalisi, nei media, nella famiglia, nel nostro modo di abitare il mondo.

Venerdì 3 febbraio, ore 21, PIAZZA FONTANA. Una storia d’amore di Teatro Linguaggi Creativi è una storia d’amore intrecciataalla storia di Milano nei cinque giorni che precedono lo scoppio della bomba: il clima sociale, culturale, politico di quegli anni è raccontato da figure importanti della cultura come Eugenio Finardi, collaboratore alla drammaturgia.

Venerdì 3 marzo, ore 21, il Collettivo BALT presenta PREFERISCO IL RUMORE DEL MARE

Spettacolo vincitore della Menzione Speciale Borsa Teatrale “Anna Pancirolli” 2022

Due figure situate appena fuori dall’ingranaggio della Macchina, si trovano in un non-luogo, simboleggiato dalla città emblema del tardo capitalismo: la Londra delle infnite possibilità, della competizione violenta, e della corsa al successo.

In collaborazione con la rassegna CONCENTRICA

Venerdì 17 marzo, ore 21, LA GINESTRA di Giacomo Leopardi inuna insolita, potente e attualissima lettura teatrale ad opera diMario Biagini, per più di trent’anni collaboratore diretto, in qualità di direttore associato del Worcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards, dell’ultima fase del lavoro del grande regista polacco Jerzy Grotowski. Lo studio della canzone leopardiana, è alla base della recitazione di Biagini, che mira a restituire alla fruizione di un pubblico anche non specialistico la ricchezza e la bellezza di una delle opere più importanti della letteratura italiana.

Venerdì 14 aprile, ore 21, la Piccola Compagnia Dammacco con SPEZZATO È IL CUORE DELLA BELLEZZA racconta la storia di un cosiddetto triangolo amoroso, lui, lei, l’altra e, tramite i frammenti e le immagini di questa storia, offre allo spettatore uno sguardo sull’amore nelle sue pieghe dolorose e tormentate toccando le corde della tragedia e dell’ umorismo

Lo spettacolo ha vinto il premio UBU 2020-2021 nella categoria “Nuovo testo italiano/scrittura drammaturgica”; l’attrice Serena Balivo ha vinto il premio UBU 2017 come “Nuova attrice under 35”.

Venerdì 5 maggio, ore 21, si passa al teatro-danza con SONJA, della compagnia Tardìto-Rendina Una soggettiva, danzata, del personaggio di Sonja, da “ziovanja” di Anton Cechov. Spettacolo nell’ambito della rassegna WE SPEAK DANCE.

Venerdì 19 maggio, ore 21, in chiusura di stagione va in scena la seconda nuova produzione del Teatro delle Selve dal titolo MEDITAZIONI SUL CLOWN. Un clown-poeta disoccupato dialoga con l’oscurità, incontra fantasmi di artisti e cineasti. Fa camminate anche sul tetto di casa, danzando al cospetto del cielo, al motto: l’attore tragico cade, il clown rimbalza.

COSTO BIGLIETTI E ABBONAMENTI

  • INTERO: € 13
  • RIDOTTO (possessori tessera COOP): €  10
  • Spettacolo del 17 settembre: €  5
  • Concerto del 23 settembre: € 7
  • ABBONAMENTO 7 SPETTACOLI: € 56
  • CARNET 3 SPETTACOLI: € 27
  • CARTA DOCENTE e CARTA 18APP

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Sezioni