Quando il jazz si ispira alla tradizione dei canti alpini

chiapperini novarajazz festival

Doppio appuntamento firmato NovaraJazz nel cartellone dell’Estate Novarese. Stasera, giovedì 6 agosto, alle 21.30 al castello Francesco Chiapperini salirà sul palco con “On The Bare Rocks and Glaciers” insieme a Virginia Sutera violino, Vito Emanuele Galante tromba, Mario Mariotti cornetta, Roger Rota fagotto, Andrea Ferrari sax baritono in u nuovo progetto ispirato alla musica popolare dei canti alpini e di guerra.

Il titolo del lavoro è tratto dalla Preghiera degli Alpini, che proprio nelle sue parole iniziali recita “Su le nude rocce e i perenni ghiacciai, armati come siamo di fede e dell’amore, ti preghiam Signore: proteggi le mamme, proteggi le spose i figli e i fratelli”. Ed è proprio il mondo alpino, quello delle montagne, della fede, della guerra e della speranza di ritornare ai propri cari sani e salvi, il protagonista delle composizioni che vengono presentate.

La particolarità del progetto risiede nella scelta di lavorare con una formazione di soli fiati (ad eccezione della presenza di un violino), senza coinvolgere alcun strumento armonico (come il pianoforte, contrabbasso) e/o percussivo.

Un sestetto che spazia tra brani originali, rielaborazioni degli stessi e repertori che fanno della montagna la protagonista delle note. La musica che ne deriva vuole quindi ricreare l’organicità di un coro, quello degli alpini, appunto, e questa coralità viene percorsa, stravolta e rimaneggiata a favore dei temi popolari che cantano le gesta degli uomini che vissero e combatterono sulle nostre montagne.

In caso di maltempo il concerto si terrà nella sala al primo piano del castello. Ingresso gratuito numerato: biglietti presso la biglietteria del Teatro Coccia negli orari di apertura o online su www.fondazioneteatrococcia.it e da un’ora prima al Castello.

 

 

Sabato 8 agosto alle 21.30 serata con Sara Jane Ceccarelli voce/synth, Paolo Ceccarelli lap steel/chitarra elettrica, Lorenzo De Angelis chitarra acustica/basso elettricocori, Matteo Dragoni batteria/glockenspiel. Nel mondo sonoro di Sara Jane Ceccarelli, cantante italo-canadese, convive tutta la musica della sua multiforme carriera. La sua scrittura, contaminata dal cantautorato nordamericano, si tinge di pop, blues, jazz e musica popolare sudamericana. Sara Jane Ceccarelli dà vita a canzoni di cui è quindi difficile definire il genere, e che unite alla sua voce delicata e al contempo carica di energia, trascinano il pubblico in un live che tocca l’anima.

“Una portatrice sana di malinconia positiva”, Sara Jane Ceccarelli proporrà nel tour 2020 brani editi dal suo album Colors e brani inediti ancora non incisi, che verranno registrati a fine tour dopo averli suonati e arricchiti sui vari palchi.

Sara Jane Ceccarelli canta perlopiù in inglese, con testi che raccontano di buffi personaggi e di umanità varia, accompagnata dai suoi ormai consolidati musicisti che condividono con lei il gioco sacro che è la musica.

Sul palco con lei il fratello Paolo, raffinato musicista che avrà con sé chitarra elettrica e lap steel guitar, con cui Sara Jane Ceccarelli suona sin dall’infanzia, Lorenzo De Angelis alla chitarra acustica, basso e cori, e Matteo Dragoni alla batteria e glockenspiel.

Il concerto si terrà nel cortile del castello, in caso di maltempo Sala al primo piano. Biglietti 10 euro intero, 5 euro ridotto, 0,5 euro bambini, gratuito personale medico e paramedico. Prevendita presso biglietteria Teatro Coccia in orari di apertura, online su www.fondazioneteatrococcia.it e da un’ora prima al castello.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: