Eventi&Cultura

Oggi è il D-Day per il Premio Cantelli

Alle 17.40 la finale in diretta dal Teatro Coccia decreterà il vincitore del premio internazionale per giovani direttori d'orchestra. La sfida sarà tra Regno Unito, Italia, Nuova Zelanda e Bielorussia

Oggi è il D-Day per il Premio Cantelli. Alle 17.40 la finale in diretta dal Teatro Coccia decreterà il vincitore del premio internazionale per giovani direttori d’orchestra. La sfida sarà tra Regno Unito, Italia, Nuova Zelanda e Bielorussia.

Un appuntamento che mancava da quarant’anni (l’ultima edizione si è svolta nel 1980) che la Fondazione Teatro Coccia con il comune di Novara e il Teatro Regio di Torino hanno ripropost in occasione del centenario di Guido Cantelli, direttore d’orchestra novarese, pupillo di Arturo Toscanini, tragicamente scomparso a 36 anni in un incidente aereo.

A contendersi il premio saranno i quattro finalisti che hanno superato le selezioni tra 206 candidati da tutto il mondo: Bertie Baigent (Regno Unito – 25 anni), Diego Ceretta (Italia – 23 anni), Tianyi Lu (Nuova Zelanda – 30 anni), Dmitry Matvienko (Bielorussia – 29 anni).

 

 

Oltre al Primo premio, sostenuto dalla Fondazione Teatro Coccia, ne saranno conferiti altri cinque: il Premio della Critica, assegnato da una giuria composta da Angelo Foletto (La Repubblica), Enrico Girardi (Il corriere della sera), Elvio Giudici (Il Giorno), Alberto Mattioli (La Stampa) e Carla Moreni (Il Sole 24 Ore) e sostenuto dalla Fondazione Banca Popolare di Novara; il Premio della Città, sostenuto da Righetti Mobili, assegnato da Emilio Iodice, Assessore alla Cultura del Comune di Novara (presidente della giuria della Città), Ettore Borri, Presidente dell’Associazione Amici della Musica Vittorio Cocito, Roberto Politi, direttore del Conservatorio Guido Cantelli di Novara; il Premio dell’Orchestra del Teatro Regio Torino, assegnato dai professori dell’Orchestra del Regio e sostenuto dagli Amici del Regio; il Premio Giovani, sostenuto da Itof e assegnato da una giuria di studenti delle scuole secondarie di primo grado di Novara, coordinati dall’associazione Giovani Dietro Le Quinte; il Premio Made in Italy (un frac disegnato da Carlo Pignatelli e offerto da Altin Tafilaj, CEO e fondatore di Sunsnote), conferito dal Presidente della Fondazione Teatro Coccia, Fabio Ravanelli e dal direttore Corinne Baroni. Insieme ai premi, saranno conferiti altri riconoscimenti in scritture artistiche per dirigere concerti offerti dalla Fondazione Teatro Coccia, dal Teatro Regio Torino, dalla Fondazione Arturo Toscanini di Parma, dall’ORT-Orchestra della Toscana, dal Teatro La Fenice di Venezia, dall’Orchestra Sinfonica di Tucson, dalla RSO–Orchestra Sinfonica della Radio di Vienna ORF, dall’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo e dal Rossini in Wildbad – Belcanto Opera Festival.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati