Novara, riprendono i Giovedì Letterari in biblioteca con il poeta Giancarlo Consonni

La natura nei versi dell'autore di Pinoli (Einaudi), alle 18 del 3 febbraio alla Negroni di Novara

Giovedì 3 febbraio alle ore 18 Giancarlo Consonni presenta la silloge Pinoli (Einaudi) con reading e introduzione di Anna Cardano per il primo evento del nuovo anno dei Giovedì letterari in Biblioteca Negroni che si aprono con un mese dedicato a poesia e musica.

Gli appuntamenti si svolgeranno in palazzo Vochieri, saranno eventi in presenza con prenotazione obbligatoria, con diretta sulla pagina Facebook Centro Novarese di Studi Letterari in caso di richieste superiori ai posti disponibili.

Già nelle sue più recenti raccolte si vedeva come la poesia di Consonni tendesse a concentrarsi in forme brevi, immagini sintetizzate in pochi versi incisi nel bianco della pagina, e nel silenzio. Questa tendenza si accentua nel nuovo libro in cui, accanto ad alcune composizioni più articolate e più narrative condotte sul filo della memoria, prevale una poesia molto simile all’haiku: brevi o brevissime descrizioni naturali fatte di una sola frase, a volte senza nemmeno un verbo. Sfilano così animali di varie specie, quasi sempre di piccole dimensioni: merli, pettirossi, lucertole, branzini, cefali, farfalle, cicale, libellule… E anche fiori, piante; e venti come il grecale, e nuvole, e aurore e tramonti. Poesie piccole, come i pinoli del titolo, che contengono però tutto il sapore della natura, che riescono a intercettare il «lievitare del canto | che sale dalla terra», trovando la via segreta per mostrare la bellezza nascosta del mondo. Poesia fatta di apparenze che subito diventano astratte, metafisiche, come in certi quadri di Cézanne. L’opera della maturità di un autore che, dimessamente come è sua indole, è ormai entrato a buon diritto nel canone della migliore poesia italiana.

Giancarlo Consonni è nato a Merate (Lecco) nel 1943 e vive a Milano. Ha pubblicato le raccolte di poesia Lumbardia (I Dispari, Milano 1983), Viridarium (Scheiwiller, Milano 1987) e In breve volo (Scheiwiller, 1994): le prime due nel milanese rurale di Verderio Inferiore, la terza in italiano. Presso Einaudi ha pubblicato Vûs (1997), Luì (2003), Filovia (2016) e Pinoli (2021).

Giovedì 10 febbraio, sempre alle ore 18, sarà la volta di un Giovedì letterario in biblioteca dedicato a Lili Marleen tra canzoni e racconti, a cura di Anna Cardano a partire da Cinque storie ferraresi di Giorgio Bassani (Feltrinelli) e Il fumo di Birkenau di Liana Millu (Giuntina); giovedì 17 febbraio, alle ore 16, il libroforum a cura di Maria Adele Garavaglia propone Isabella Leonarda. La musa novarese di Paolo Monticelli (Centro Studi Piemontesi). Giovedì 24 febbraio, ore 18, ricordi di note in riva al lago con la presentazione di Musiche e storia a Orta San Giulio a cura di Cesare Bermani e Francesco Cuoghi (Interlinea) con saluto di Elena Mastretta. In un incontro a cura dell’Istituto Storico Fornara.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL