Eventi&Cultura

La biblioteca Negroni riapre nel segno di Gianni Rodari

Il 1 ottobre inaugura la nuova stagione dei Giovedì letterari. Un appuntamento con i due maggiori autori novaresi per ragazzi, Antonio Ferrara e Anna Lavatelli

La biblioteca Negroni riapre nel segno di Gianni Rodari. Il 1 ottobre inaugura la nuova stagione dei Giovedì letterari. Alle 18, con prenotazione obbligatoria allo 0321 1992282 e diretta Facebook per il resto del pubblico, intervengono i due maggiori autori novaresi per ragazzi, Antonio Ferrara e Anna Lavatelli, con letture di Marianna Cappelli.

Nell’occasione il Centro Novarese di Studi Letterari inaugura la mostra “Rodari, le parole animate” sui maggior illustratori dei suoi libri tra cui Altan, Luzzati, Munari, Mirek, Maulini, Verdini, Peg, Rapaccini e altri ancora, che animano le parole delle fiabe del celebre cantastorie. Infatti le sue opere, da Favole al telefono a La grammatica della fantasia, continuano a vivere e a interessare anche grazie alle illustrazioni che le hanno animate oltre che alla possibilità linguistiche, ludiche e creative che costituiscono, come ha scritto Pino Boero, «un’immersione pedagogica di straordinaria attualità».

 

 

Giovedì 8 ottobre Anna Cardano presenta la raccolta di novelle dei diplomandi dell’Itis Fauser di Novara Alessia, Youssef, Giulia, Marcello, Domenico e Marceu “Decameron 2.0: giovanissimi
si raccontano durante il lockdown”. Il 15 ottobre libroforum a cura di Maria Adele Garavaglia su “Grammatica della fantasia “di Gianni Rodari. Chiude il mese il 22 ottobre la conferenza di Cesare Bermani su Rodari civile a partire da “La storia degli uomini” (evento a cura dell’Istituto Storico Fornara).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati