“Che l’A. Pace sia con voi”. La Liberazione raccontata al Teatro degli Scalpellini

In occasione del 25 Aprile è in programma anche uno spettacolo sul presidente partigiano Sandro Pertini

Nel mese che ricorda la liberazione dal nazifascismo e il ritorno della pace in Europa e nel nostro Paese, un primo appuntamento di teatro civile al Teatro degli Scalpellini di San Maurizio D’Opaglio, all’interno del cartellone Vado a Teatro. “Che l’A. Pace sia con voi” racconta di una ragazza quasi cieca, in stato confusionale, cerca disperatamente di arrivare all’Albergo Pace per soccorrere il fidanzato ferito in una rissa di coltello. O almeno, così sembra. Nei confusi discorsi della donna vengono ripetute sempre le stesse due parole: Hotel Pace.

Un ragazzo di passaggio, invece di far finta di nulla, decide di aiutarla. Ma la ragazza è veramente scappata di casa? Veniva tenuta sul serio prigioniera dalla famiglia? E ancora, questo fidanzato esiste sul serio, è stato realmente ferito, e soprattutto, è veramente alloggiato in questo fantomatico Hotel Pace? Impossibile dare una risposta a queste domande. E inutile sembra qualsiasi richiesta d’aiuto: una pattuglia di vigili urbani si dimostra ben poco incline ad aiutare i due. Che così rimangono soli, abbandonati da tutti, in quel buio confine tra società civile e stato di natura; una terra di nessuno nella quale i due intraprendono un viaggio, anzi un vero e proprio cammino spirituale, alla ricerca di quell’Hotel Pace il cui nome viene dalla donna ripetuto come una preghiera.

Lo spettacolo va in scena venerdì 22 aprile alle 21 con Luca D’Arrigo che firma anche al regia. ll 29 aprile è in programma una serata sulla figura del Presidente-Partigiano Sandro Pertini.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL