[ditty_news_ticker id="138254"]

Al Coccia il musical di Broadway “Piccole Donne” è quasi sold out

Il celebre musical basato sul romanzo di Louisa May Alcott, per la prima volta in Italia. In scena sabato 11 e domenica 12 febbraio

Sul palco del teatro Coccia – sabato 11 alle 21 e domenica 12 febbraio alle 16 – in scena il musical di Broadway, “Piccole Donne”. Lo spettacolo fa il suo debutto ufficiale in Italia e i biglietti in prevendita sono quasi tutti esauriti.

Dopo “Aggiungi un posto a tavola”, “Nunsense: il Musical delle Suore!”, “Tutti insieme appassionatamente” e “A Christmas Carol”, la Compagnia dell’Alba presenta un nuovo “family entertainment”: il musical di Broadway Piccole Donne, adattamento del celebre romanzo di Louisa May Alcott, con le musiche di Jason Howland, il libretto di Allan Knee e le liriche di Mindi Dickstein.

Lo spettacolo ha debuttato al Virginia Theatre di Broadway nel gennaio 2005 presentando nel ruolo di Jo l’attrice Sutton Foster, che è al fianco di Hugh Jackman nel musical The Music Man a Broadway. “Piccole Donne” nella versione originale di Broadway, è al suo debutto italiano assoluto, con la regia e le coreografie firmate da Fabrizio Angelini. Il progetto prevede la traduzione italiana e l’adattamento affidati alla sapiente penna di Gianfranco Vergoni. La direzione musicale è curata da Gabriele de Guglielmo. La scenografia è opera di Gabriele Moreschi, autore delle scene di tutti i lavori della Compagnia dell’Alba e di musical famosissimi prodotti in particolare dalla Compagnia della Rancia e da Stage Entertainment. Un team creativo ormai collaudato che firma con successo le produzioni della Compagnia a cui da questa stagione, si aggiunge Valerio Tiberi che firma il disegno luci.

DAL ROMANZO AL MUSICAL

Dalla pubblicazione nel 1868 del romanzo di Louisa May Alcott, considerato tra le 100 opere fondamentali della cultura americana, la storia delle quattro sorelle March è stata adattata innumerevoli volte fin dall’epoca del cinema muto, anche se diversi film, miniserie, adattamenti radiofonici e musicali sono andati perduti. La prima produzione di Broadway di Piccole donne come lavoro di prosa, rappresentato anche a Londra, è del 1912, e il primo lungometraggio del 1917. Il film di Cukor del ’33 consolidò Katharine Hepburn nei panni di Jo come star del cinema, mentre la versione a colori del 1949 diretta da Mervyn Le Roy riunì, Elizabeth Taylor, Margaret O’Brien, June Allison e Janet Leigh (la donna della doccia in Psyco…). Nelle edizioni cinematografiche e televisive successive si sono alternati nomi quali Winona Ryder, Susan Sarandon, Lea Thompson, MayaHawke, Angela Lansbury, e nell’ultima edizione del 2019 anche Meryl Streep e Emma Watson. Hanno creato più volte diversi adattamenti in più parti ed è del 1958 una versione musicale. Nel 1969 la storia divenne un balletto, trasmesso dalla CBS e nel 1998 un’opera lirica. Persino la rete televisiva giapponese Fuji nel 1987 trasmise una serie animata di 48 episodi basata sul romanzo. In Italia nel 1955 vene trasmesso in tv lo sceneggiato Dretto da Anton Giulio Majano, con Lea Padovani protagonista, mentre diversi anni dopo sono andate in scena ben due edizioni musicali tratte dal romanzo, ad opera rispettivamente di Marco Bellucci e Tonino Pulci, quest’ultima con le musiche di Stefano Marcucci.

LA PRODUZIONE ORIGINALE DEL MUSICAL

Dopo un primo “reading” e due “workshop, lo spettacolo ha debuttato al Virginia Theatre di Broadway il 23 gennaio 2005, a seguito di ben 55 anteprime, collezionando diverse nomination ai Tony Award, al Drama Desk Award e all’Outer Critics Circle Award dello stesso anno. Successivamente è stato presentato in tour in 30 città negli Stati Uniti, toccando anche San Diego e Washington DC, mentre altre produzioni hanno preso vita in Australia, Austria, Germania e Gran Bretagna.

SINOSSI

Lo spettacolo, come il romanzo, racconta le storie delle quattro sorelle March (Meg, Amy, Beth e in particolare Josephine, detta Jo, aspirante scrittrice), che nella seconda metà dell’800 vivono a Concord, nel Massachusetts, insieme alla loro mamma, mentre il loro babbo è lontano, cappellano dell’esercito dell’Unione durante la guerra civile americana. Le loro vite, questa volta in musica, si intrecciano con quelle di altri coloriti personaggi: il professor Bhaer, la zia March, il giovane Laurie con il signor Lawrence, suo nonno, e il suo tutore, John Brooke… Piccole donne sarà proprio il titolo del romanzo che Jo scriverà sulla sua famiglia e sugli amici, e che verrà pubblicato da un grande editore.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2024 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni