Al cinema Araldo riparte la rassegna dei cult movie “Lunedì in cineteca”

La rassegna avrà inizio il 7 novembre con la proiezione del Decameron di Pier Paolo Pasolini

Al cinema Araldo, lo schermo della sala di culto cittadina per eccellenza, da lunedì 7 novembre con la rassegna “Lunedì in cineteca” riprenderanno gli appuntamenti con le pellicole che hanno fatto epoca.

Immagini e suoni che hanno segnato in maniera significativa la storia del cinema, dopo il ciclo della scorsa primavera che ha percorso quasi totalmente la cinematografia di Pier Paolo Pasolini, torneranno a focalizzarsi sul celebre autore del novecento e la sua Trilogia della Vita: Decameron (1971), I racconti di Canterbury (1972) e Il fiore delle mille e una notte (1974), un trittico di film tanto simili nei contenuti e nella struttura letteraria ed episodica quanto differenti per stile e ambientazione.

Una serata davvero imperdibile a fine novembre verrà dedicata ad Arancia Meccanica e al suo grande autore: Stanley Kubrick. Il film recentemente restaurato è divenuto oggetto di venerazione nonché “analizzato speciale” nel volume firmato dal critico cinematografico Giancarlo Grossini “Il cubo di Kubrick” (Bietti editore). Grossini sarà con noi in sala per presentare il libro ed il film con i suoi rimandi e le sue “geometrie”.

Cantando sotto la pioggia (Singin’ in the Rain, USA 1952) di Stanley Donen e Gene Kelly, lo gusteremo a metà dicembre. Hollywood, 1927: all’arrivo del sonoro, una star del cinema muto deve correre ai ripari. Peccato che la sua partner fissa sullo schermo abbia una voce tremenda…Una pellicola entrata nel mito del cinema musicale americano.

A metà gennaio ci ritroveremo per Strade perdute (Lost Highway, 1996) di David Lynch. Con una strizzata d’occhio a “La donna che visse due volte” Lynch smonta i meccanismi del noir e crea con questo film un punto di svolta nella sua carriera. Costruisce un racconto che nega ogni spiegazione razionale.

In febbraio ricorderemo Jean-Luc Godard con Fino all’ultimo respiro (À bout de souffle, 1960):non solo è, da cima a fondo, di Godard, ma è Godard: è ancor oggi il suo film più famoso, quello che ha avuto più successo ed è stato oggetto di un remake hollywoodiano.

In marzo sarà la copia restaurata di The Warriors di Walter Hill ad animare l’appuntamento Cineteca dell’Araldo. Quando il film comparve sullo schermo della sala di via Maestra, nel dicembre 1980, conquistò fatalmente il pubblico dei cinefili araldiani, al punto che venne realizzata una versione parodistica tutta novarese in superotto che riproporremo per l’occasione.

IL PROGRAMMA (inizio ore 21:00):

Lunedì 7 novembre: DECAMERON

Lunedì 14 novembre: I RACCONTI DI CANTERBURY

Lunedì 21 novembre: IL FIORE DELLE MILLE E UNA NOTTE

Lunedì 28 novembre: ARANCIA MECCANICA

Lunedì 12 dicembre: CANTANDO SOTTO LA PIOGGIA

Lunedì 16 gennaio: STRADE PERDUTE

Lunedì 6 febbraio: ALL’ULTIMO RESPIRO

Lunedì 20 marzo: THE WARRIORS

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni