Fonzo riconosce il successo di Canelli: «Ho fatto il pane con la farina che avevo»

Il candidato del centrosinistra due ore dopo l’inizio dello spoglio ammette la larga affermazione del primo cittadino uscente: «Nonostante le sezioni scrutinate sono ancora poche il trend è questo. I novaresi hanno deciso così. Farò il capo dell’opposizione»

Sono da poco passate le 17 e nella sede del comitato di Nicola Fonzo l’aria che si respira è già piuttosto rassegnata. Si inganna l’attesa dando un’occhiata ai siti dove via via vengono comunicati i risultati nazionali. Per quanto riguarda Novara a lungo i dati ufficiali rimangono inchiodati al seggio dell’ospedale, poi giungono alla spicciolata i “numeri” dai rappresentanti di lista del Pd presenti sul territorio.

Nicola Fonzo tiene un occhio sul computer e l’altro sullo smartphone, ma appare decisamente sereno: «Ho fatto il pane con la farina che avevo», esordisce con una battuta. Poi fa un’analisi politica più approfondita: «Il primo dato riguarda il fatto che alle urne si sono presentati il 6% in meno di novaresi rispetto a cinque anni fa. I risultati? Nonostante le sezioni scrutinate siano ancora poche il trend è questo e difficilmente potrà cambiare. I novaresi hanno deciso così, quello di farmi fare il capo dell’opposizione, mentre Canelli continuerà a fare il sindaco»

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni