Elezioni: nel Vco occhi puntati su Omegna e curiosità per il voto in altri sei centri

Domenica prossima, 12 giugno, si rinnovano le amministrazioni della località cusiana, dove quattro sono i candidati in corsa per la fascia tricolore. Alle urne anche a Gurro, Brovello Capugnino, Beura Cardezza, Druogno, Fomazza e Trerego Viggiona, in questi ultimi quattro con un solo aspirante primo cittadino in lizza

Il leghista Paolo Marchioni succederà a se stesso oppure Omegna avrà un nuovo sindaco? E’ questo il tema dominante che caratterizza il maggiore interesse nei confronti del voto amministrativo di domenica prossima, 12 giugno, nel Verbano Cusio Ossola, dove alle urne per il rinnovo delle amministrazioni sono chiamati i cittadini della località cusiona (nella foto), unica dove è previsto un eventuale doppio turno, e di altri sei centri minori.


Marchioni, 52 anni, avvocato, si ripresenta alla guida di una coalizione di centrodestra che schiera Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e due “civiche”, Uniti Omegna cresce e Popolo della famiglia. Tre uomini saranno i suoi avversari sulla scheda: il centrosinistra (con tre liste, Pd, Omegna riparte e Sinistra comune) ha puntato le sue carte su Alberto Soressi, 64 anni, dirigente scolastico. Altro sfidante, alla testa della lista “Omegna si cambia”, è l’imprenditore di 56 anni Daniele Berio, molto conosciuto anche negli ambienti sportivi mentre il “poker” di aspiranti alla poltrona più importante del Municipio è chiuso da Marco Ubbiali, 54 anni, una lunga esperienza alle spalle alle guida della Pro loco cittadina e del consorzio delle Pro loco cusiane. Già candidato nel 2017, ci riprova alla guida di una “civica” personale: Mum (Moviento Ubbiali sindaco).


Due contendenti invece a Gurro e a Brovello Carpugnino. Nel centro della Val Canobina, dopo il “ritiro” di Luigi Walter Costantini, sindaco per tre mandati e comunque ancora in lizza per un posto di consigliere, si sfidano quello che è stato per dieci anni il suo vice, il medico ortopedico 56enne Adriano Patritti, e la giovame 23 enne prossima a diventare operatrice socio-sanitaria Roberta Montagna.


Nella località a ridosso della provincia di Novara la scelta dei cittadini è ristretta fra la vicesindaca uscente, Claudia Dell’Orto, 36 anni, impiegata, e Davide Inzaghi, 40 anni, programmatore web, per cinque anni alla guida dell’opposizione al sindaco Graziano Possi e che ritenta l’assalto dopo la sconfitta nel 2017.


In altri quattro piccoli centri – Beura Cardezza, Druogno, Formazza e Trarego Viggiona – voto praticamente scontato, visto che a presentarsi c’é una sola lista e quindi l’unico avversario sarà rappresentato dal raggiungimento del quorum. Nel centro della Val Grande è in corsa il sindaco uscente Davide Carigi, 54 anni, artigiano, sindaco uscente, che si ripresenta ricandidando quasi tutti i componenti della sua maggioranza con la lista “Insieme per Beura, Cardezza e Cuzzego”. Analogo discorso per la localita della Val Vigezzo, dove il primo cittadino in carica, il ristoratore Marco Zanoletti, 45 anni, punta al bis guidando la lista (che presenta tre soli volti nuovi rispetto a cinque anni fa) “Continuità”. Poi Formazza, dove anche qui Bruna Papa, 56 anni, cerca il suo terzo mandato consentito dalla legge a capo della lista “Pomatt”, cioè il nome del paese in lingua walser. Infine Trarego Viggiona, dove l’unico candidato, Sebastian Nicolai, 38 anni, architetto, corre per ereditare la carica che è stata per quindici anni di Renato Agostinelli.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL