«Polo della moda e Amazon: più di 1.000 nuovi posti di lavoro in un anno»

«Polo della moda e Amazon: più di 1.000 posti di lavoro in un anno in arrivo a Novara». Lo stima il sindaco Alessandro Canelli, che nei giorni scorsi ha visitato la nuova struttura situata fra Novara e Trecate.

«Attualmente lavorano 250 persone nel nuovo centro logistico mondiale Kering, che nel prossimo anno-anno e mezzo assumerà 900-1.000 persone. È un segnale importante per il nostro territorio, sia perché si dimostra attrattivo agli occhi di grandi aziende che vogliono investire sia in termini di nuove possibilità occupazionali. E da settembre ne arriveranno altre». Ha detto il primo cittadino, facendo riferimento all’insediamento di Amazon ad Agognate (nella foto in alto).

Grazie a queste due grandi colossi ci saranno «opportunità interessanti per giovani e meno giovani, rimasti senza lavoro o che lo vogliono cambiare o migliorarsi. Al momento opportuno daremo tutte le informazioni per candidarsi».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

0 risposte

  1. Mi sorprende che nessuno ricordi mai, parlando di Kering, come il gruppo abbia chiuso un accordo con il fisco italiano di 1,25 miliardi di euro per tasse evase (il più alto del genere in Italia) perché il “Nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Milano aveva contestato il mancato pagamento delle tasse in Italia tra il 2011 e il 2017 grazie a «una stabile organizzazione occulta» costituita dalla società svizzera Lgi Luxury Goods International, che ha sede a Cadempino, nel Canton Ticino”. Come è stato accertato, “Gli investigatori delle Fiamme gialle avrebbero (…) accertato che la maggior parte delle funzioni di commercializzazione dei prodotti non avvenivano in Svizzera [dove le tasse erano più basse] ma a Milano, dove ha sede l’unità locale della Guccio Gucci”.(https://www.ilsole24ore.com/art/kering-paga-fisco-italiano-1250-miliardi-euro-e-chiude-caso-gucci-ACoXy7).
    Varrebbe anche la pena di ricordare come in brevissimo tempo e per le ragioni di cui sopra, la Kering abbia abbandonato i capannoni costruiti in Cantone Ticino, che restano vuoti e inutilizzati, per trasferirsi a Trecate (https://www.rsi.ch/news/mondo/Kering-sotto-inchiesta-in-Francia-13686829.html).
    Oltre alla Radiotelevisione della Svizzera italiana, anche un articolo del Fatto Quotidiano ha messo in evidenza che anche in Francia è stata aperta una inchiesta simile a quella italiana contro Kering per evasione fiscale (https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/12/17/il-gruppo-del-lusso-kering-indagato-in-francia-per-ipotesi-di-maxi-evasione-tramite-la-filiale-svizzera-nel-2019-pago-12-miliardi-allagenzia-delle-entrate/6040016/)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: