Vaccini in farmacia da metà giugno? Abilitati 1.500 operatori in Piemonte

Vaccini in farmacia da metà giugno? Abilitati 1.500 operatori in Piemonte. Secondo quanto riferito dall’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi «sono in media 3 per ogni farmacia e quindi 500 quelle in cui si potrà effettuare la somministrazione, grazie agli operatori che hanno frequentato il corso di formazione, per cui potranno provvedere anche all’anamnesi».

 

«L’obiettivo è partire dalla seconda settimana di giugno, ma daremo conferma sulla data ufficiale entro la prossima settimana. Nessuno è partito con le farmacie in Italia, ma almeno su questo siamo autonomi per decidere», ha sottolineato Icardi.

Nella stessa conferenza, infatti, il presidente della Regione Alberto Cirio ha riferito che «settecento aziende piemontesi attendono l’ok da Roma per vaccinare i propri dipendenti». Il numero, ha spiegato Cirio, è frutto di «un censimento che abbiamo svolto per fare il punto su disponibilità e sicurezza e sono 700 quelle certificate per farlo. Abbiamo inviato una lettera al generale Figliuolo, perché è un servizio che va autorizzato dal Governo. Sappiamo che il generale stava ragionando su un vaccin day nelle aziende: siamo in attesa e ci permettiamo di chiedere un chiarimento per dare risposte alle aziende».

Leggi anche:

Nuovo hub vaccinale al Valentino, accessibile a tutti i piemontesi

Già vaccinato il 20% dei novaresi

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: