Seggi chiusi. In corso lo spoglio delle schede per il Referendum. Comunali martedì mattina
21 settembre 15:00
Referendum, in Piemonte (1.460 / 4.814 sez.): SI 67,72%, NO 32,28%
21 settembre 16:32
Novara, 71 su 91 sezioni: SI 68,47%, NO 31,53%
21 settembre 16:29
Referendum, in Italia (13.373 / 61.622 sez.): SI 69,17%, NO 30,83%
21 settembre 16:27
Comunali, affluenze definitive: Arona 59,71%, Invorio 67,20%, Garbagna 70,62%, Bogogno 69,96%, Vaprio 71,51%, Vinzaglio 74,74%
21 settembre 16:09
Referendum, affluenza definitiva Provincia di Novara 50,48%, nel capoluogo 47,27%
21 settembre 16:05
Referendum, Casalbeltrame primo comune con scrutinio terminato: SI 69,65%, NO 30,35%
21 settembre 16:02
Referendum, primo dato Provincia di Novara (8 / 346 sez.): Sì 69,15%
21 settembre 15:59
Referendum, prima proiezione Rai: Sì al 65,6% e il No al 34,4%.
21 settembre 15:52


Cronaca Sport

Una cordata di imprenditori bussa all’uscio del Novara Calcio

Il gruppo pare interessato all'acquisto del club azzurro. Una trattativa nata sul finire della primavera e che, dopo settimane di rumors, ora sembrerebbe pronta a decollare

Otto mesi, nove al massimo. Tanto rischia di durare l’avventura alla guida del Novara Calcio della famiglia Rullo e del presidente Cianci. A quanto pare, infatti, una nuova cordata di imprenditori si prepara a sferrare l’offensiva decisiva per l’acquisizione del club. Una trattativa nata sul finire della primavera e che, dopo settimane di rumors, ora sembrerebbe pronta a decollare. A tessere la tela sarebbe stata l’amministrazione comunale, su tutti il sindaco Alessandro Canelli che nella giornata di ieri pare aver incontrato l’attuale proprietà.

Imprenditori, dunque, pronti a rilanciare le ambizioni del club. Ambizioni che, almeno nelle intenzioni, non mancavano anche all’attuale proprietà all’atto dell’insedimaneto avvenuto nel mese di dicembre 2019 con l’acquisto dell’80% della squadra azzurra dai De Salvo per un valore di 500 mila euro.

 

 

Così, mentre la squadra è in ritiro in Valle d’Aosta e il mercato stenta a decollare, ecco che la trattativa entra nel vivo. Nonostante la famiglia Rullo abbia di fatto impostato la nuova stagione iscrivendo la squadra al campionato di Serie C e rinnovando i quadri societari e tecnici sarà disposta a cedere il comando dopo nove mesi appena o rimanderà al mittente l’offerta?

Di sicuro c’è che, in un senso o nell’altro, la situazione andrà definita prima possibile. In ballo non c’è solo il futuro del club, ma anche un progetto strutturale, la Cittadella dello Sport, del valore di 38 milioni di euro, di primario interesse per tutta la comunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati