Sciopero degli operatori sanitari per tutta la giornata del 9 dicembre

A quasi due mesi dall’esplosione della seconda pandemia di Covid, il piano regionale sanitario da fallito. Un punto fermo di cui è convinta anche segreteria Fp Cgil Novara e Vco che per tutta la giornata di domani, mercoledì 9 dicembre, ha indetto uno sciopero degli operatori sanitari «rivendicando pari dignità ed equità salariale per tutte le varie figure professionali sanitarie che si sono battute nell’affrontare il virus – dicono dalla segreteria provinciale».

Oltre alla Cgil, allo sciopero parteciperanno anche Csil e Uil, con un presidio unitario in piazza Matteotti dalle 10 alle 12.30 e un volantinaggio davanti all’Ospedale Maggiore dalle 8 alle 10. Ci saranno poi flashmob social con foto e video di personale che, precettato, continuerà a garantire i servizi ma condivide e protesta per il non riconoscimento di quanto richiesto dalle OO.SS. al governo su assunzioni, lotta al precariato, sicurezza e rinnovo Ccnl.

«È chiaramente evidente che non è stato previsto dalla Regione un piano organico e che manca completamente la connessione con il territorio. Le strutture del Sisp non solo hanno perso la capacità di fare tracciamento, ma hanno anche difficoltà a segnalare ai pazienti positivi l’isolamento ma soprattutto la sua fine, così ci si può trovare ad essere guariti e a non poter
rientrare nel tessuto produttivo – affermano dalla segreteria provinciale -. Le USCA durante l’estate non sono state potenziate e i medici di base, pochi e spesso anziani, faticano a fare da
collegamento fra il domicilio e l’ospedale. La Regione è miope e non considera le varie realtà territoriali, ed è altrettanto evidente sia la propria mancata programmazione e organizzazione dei territori come la situazione catastrofica della sanità piemontese tutta al pari di quella di Novara e del Verbano Cusio Ossola. Si aggiunge a questa catastrofica situazione anche l’insufficienza delle risorse che il Governo ha messo sul rinnovo dei contratti nazionali pubblici».

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni