Riaprono i luna park e la solidarietà dei giostrai non si ferma

Riaprono i luna park e la solidarietà dei giostrai non si ferma. Il decreto che consente il ritorno in zona gialla dal 26 aprile per quasi la totalità delle regioni, dal 1 luglio consente anche la riapertura delle attività dei parchi tematici e di divertimento, inclusi quelli che appartengono allo spettacolo viaggiante come i luna park.

Cosa succederà ai giostrai che per oltre un anno sono rimasti bloccati nell’area di viale Kennedy, quella che normalmente viene occupata con il luna park delle Streghe nel mese di novembre? «Non vediamo l’ora di ricominciare – spiega il referente Roberto Claudi –. Il 1 luglio sarò a Ivrea e inizierò a spostare i mezzi già da metà maggio; lo stesso faranno i miei colleghi verso altre località».

I protocolli di sicurezza sono gli stessi dello scorso anno: «50% di persone per ogni attrazione – continua Claudi – segna terra sulle pedane, cartellonistica adeguata e igienizzatore per l’utilizzo di ogni gioco, numero contingentato all’ingresso. Proprio a Novara, noi avevamo deciso di tenere un registro, per 14 giorni, con i nomi di ogni persona in entrata, ma era stata una sorta di autoregolamentazione. Il nostro settore di muove come qualunque altra attività: l’impegno per il rispetto delle norme è massimo, certamente non vogliamo rischiare di chiudere e non riaprire più».

La ripresa del lavoro non ha distratto la famiglia Claudi da gesti solidarietà. Dopo la messa a disposizione del tendone al PalaIgor per l’effettuazione dei tamponi (smontato qualche settimana fa e sostituito con uno più piccolo) i Claudi si sono rivolti al proprio territorio di origine: «Siamo residenti a Besozzo, in provincia di Varese. Nei giorni scorsi il Comune ha distribuito degli aiuti alimentari alle famiglie che hanno perso il lavoro a causa del Covid, tra queste c’eravamo anche noi. Per ringraziare di questo gesto, in agosto in occasione del tradizionale luna park di Laveno Mombello, organizzeremo una giornata gratis con i ragazzi bisognosi che abitano a Besozzo».

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni