«Promessa mantenuta». Da lunedì 10 gennaio riapre la piscina del Terdoppio

L'assessore allo Sport De Grandis ha presentato questa mattina il completamento dei lavori dell'impianto di Sant'Agabio. Risolti i problemi della vasca principale e delle perdite sottostanti, con l'occasione sono stati eseguiti importanti lavori anche negli spogliatoi

«Promessa mantenuta». Per l’assessore allo Sport del Comune di Novara Ivan De Grandis un messaggio forte e chiaro che ha finito per trasformarsi quasi in uno slogan. Lavori alla piscina del Terdoppio completati a tempo di record e struttura che sarà nuovamente messa a disposizione dell’utenza dalla mattinata di dopodomani, lunedì 10 gennaio.


Nel sopralluogo di questa mattina, che lo stesso De Grandis ha voluto fare insieme al sindaco Alessandro Canelli e al gestore Mauro Depicolzuane, sono stati illustrati tutti gli interventi eseguiti nell’ultimo mese. Da quelli più importanti riguardanti la vasca principale e la sua zona sottostante che negli ultimi mesi aveva fatto registra delle preoccupanti perdite, sino a lavori di messa a norma degli spogliatoi, con rifacimento degli accessori e di una parte dei muri da tempo ammalorati a causa di fastidiose infiltrazioni.


Un sacrificio anche economico (sono stati utilizzati gran parte degli 80 mila euro stanziati per interventi che riguardano anche l’impianto antincendio alla struttura dello “Stefano Dal Lago di viale Kennedy) accettato da tutti: «Avavano spiegato direttamente alle società all’inizio del mio mandato quella che era la situazione – ha detto De Grandis – Una serie di lavori andavano eseguiti nella parte del sotto vasca e nelle canaline dell’acquasforo. La chiusura dell’impianto era inevitabile, andava fatta per forza di cose, però avevamo promesso di restituire l’impianto in tempi rapidi e in una situazione migliore».


Una chiusura che andava fatta anche perché, come si ricorderà, nello scorso mese di settembre erano state registrate delle perdite e subito dopo si era verificato un problema più grosso, che richiedeva un intervento urgente. A quel punto una decisione non andava più procrastinata: «Una decisione non facile – ha insistito De Grandis – perché l’idea di iniziare il mio mandato chiudendo la piscina non era proprio nel… libro dei sogni. Però tutti quanti hanno perfettamente compreso l’esistenza di questa necessità. Un sacrificio da parte del Comune da un lato e dell’utenza dall’altro, ma oggi possiamo davvero dirlo: promessa mantenuta. Avevamo detto che la struttura sarebbe stata riaperta il 10 gennaio e così sarà, grazie agli addetti che hanno davvero lavorato tanto per tutto il mese di dicembre, fermandosi unicamente in occasione dei giorni festivi».


Ma l’occasione è stata colta al volo per eseguire al tempo stesso una serie di interventi anche negli spogliatoi che necessitavano di un importante opera di recupero: «Oggi sono contento perché restituiamo ai novaresi e a tutta l’utenza una piscina migliore di quella che avevano lasciato nel 2021. Sono sicuro che tutti si accorgeranno della differenza, di avere a disposizione un impianto rinnovato e adeguato. Adesso siamo pronti ad accogliere chi vuole contribuire a farlo “vivere”. Si tratta di una struttura importante, che merita di essere sfruttata al massimo delle sue potenzialità».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni