Permessi di soggiorno “facili”: misure cautelari e trenta denunce

Ladro seriale

Permessi di soggiorno “facili”: misure cautelari e trenta denunce.

La Polizia di Stato di Novara ha interrotto un giro di pratiche irregolari per l’ottenimento di permessi di soggiorno.

Dalle indagini dei poliziotti della squadra mobile e dell’ufficio immigrazione è emerso che gli stranieri registravano, su consiglio di un’agenzia per stranieri e di un tributarista, ditte individuali fittizie producendo falsi bilanci e finte fatture, per ottenere il permesso di soggiorno.

Due le misure cautelari nei confronti di due professionisti e oltre trenta i denunciati.

I dettagli saranno forniti durante la conferenza stampa di questa mattina.

 

[the_ad id=”62649″]

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni