Parcheggio sotterraneo: la giunta ha approvato lo schema di convenzione

Il provvedimento è stato adottato nel corso della giunta di questa mattina. Il sindaco Canelli: «Tecnicamente il cantiere potrebbe partire già nel prossimo mese di aprile». L'assessore Mattiuz: «Finisce un iter per giungere alla pedonalizzazione di piazza Martiri»

Un passo – quasi sicuramente decisivo – in avanti verso la realizzazione del parcheggio sotterraneo. La giunta comunale, nella sua seduta di stamattina, giovedì 10 marzo, ha approvato infatti lo schema di convenzione per la realizzazione della struttura interrata nella zona fra la Curia, il Conservatorio Cantelli e largo Bellini. L’area interessata occupa una superficie di quasi 6 mila metri quadrati e il progetto prevede la costruzione di tre piani interrati più uno di superficie. Il totale degli stalli sarà di 279 per le auto e quattro per le moto; di questi 247 aperti nei tre piani e 31 con sei riservati ai disabili a livello strada. L’intervento comporterà anche una sistemazione viabilistica della zona tra le vie Coccia e Dominioni e largo Bellini, con la realizzazione di una rotatoria su via Solaroli e uno spostamento della fermata dell’autobus.


Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Alessandro Canelli alla luce «dell’ok ricevuto da parte della Soprintendenza. Dal punto di vista tecnico i lavori del cantiere della Società Parcheggio Centro Duomo potrebbero partire già nel prossimo mese di aprile». Il primo cittadino ha ricordato inoltre come nell’ambito del progetto saranno incrementate anche le arre verdi (è previsto un passaggio dagli attuali 467 a 1.793 metri quadrati) e riservati interventi di risanamento conservativo sul quadriportico del Duomo.


Due le finalità principali per Canelli: «Da una parte snellire il traffico che oggi gravita in quella zona, migliorare le condizioni di circolazione e di attraversamento, disegnando una città ancora più a misura di uomo, con la possibilità di giungere finalmente alla pedonalizzazione di piazza Martiri». Al momento i tempi ipotizzati sono di circa due anni e mezzo, però, ha aggiunto, «inizieremo a lavorare a questo progetto in modo tale che al momento opportuno si potrà procedere con la chiusura al traffico della piazza, anche con un risparmio per le nostre casse, visto che contiamo di destinare quanto introiteremo dagli oneri per i lavori del parcheggio sotterraneo».


Per l’assessore all’Urbanistica Valter Mattiuz «giunge al termine un lungo iter che consentirà all’amministrazione e alla città di arrivare finalmente a un risultato importante come quello della pedonalizzazione di piazza Martiri, restituendola di fatto, una volta svuotata dalle auto, ai novaresi».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL