Paolo Cortese torna alla Polizia locale. Di Troia a capo dei servizi demografici

La nuova macrostruttura del comune di Novara approvata dalla giunta, su proposta dell’assessore al Bilancio Silvana Moscatelli e che porterà i dirigenti comunali da 11 a 14, sta per prendere forma. Il primo provvedimento riguarda la Polizia locale: la tanto chiacchierata dipartita del comandante Pietro Di Troia, infatti, sarà effettiva dal 24 gennaio quando lo stesso sarà trasferito a capo dei servizi demografici. Secondo le prime indiscrezioni, anche in seguito di difficoltà incontrate con alcuni membri dell’amministrazione, l’ormai ex comandante avrebbe lasciato il comune di Novara per trasferirsi verso un’altra destinazione. Nessun commento da parte dell’assessore alla Sicurezza Raffaele Lanzo.

Al suo posto torna Paolo Cortese, già comandante dal 2004 al 2014. Dipendente comunale dal 1987, negli ultimi due anni ha avuto, e ha tutt’ora, un ruolo fondamentale nella gestione dell’emergena pandemica (e durante i primi mesi nella gestione della crisi sanitaria che aveva colpito il De Pagave) tanto che il sindaco Alessandro Canelli l’aveva definito “il Bertolaso di Novara”. Cortese ha ricoperto altri ruoli di responsabilità tra cui la gestione dei servizi educativi e demografici.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL