Novara vieta i botti di Capodanno fino al 2 gennaio

Da domani, 30 dicembre, e fino al 2 gennaio è vietato l’utilizzo di fuochi artificiali, petardi, botti, razzi. Lo ha stabilito il sindaco Alessandro Canelli con un’ordinanza firmata oggi che stabilisce il divieto di utilizzo di petardi, botti e articoli pirotecnici di ogni genere a distanza inferiore di 200 metri da Piazza della Repubblica, dalla Cupola di San Gaudenzio (Via Ferrari angolo Via Antonelli), dall’Ospedale Maggiore della Carità, dalla Clinica San Gaudenzio (Via Bottini), dalla struttura sanitaria di Viale Piazza D’Armi,
dalle case di riposo Fondazione S. Maria (Pernate Viale dei Tigli), I Tigli (Via Udine), San
Francesco (Viale Roma), Mater Dei (Via Perazzi), Divina Provvidenza (Via Galvani), De Pagave (Via Lazzarino) e dal Canile di Via del Gazzurlo”.

“Botti e dispositivi simili possono costituire un certo pericolo – spiega il sindaco –. Motivo per cui ogni fine anno l’ordinanza impone certi comportamenti e divieti con
l’obiettivo prioritario della tutela delle persone, soprattutto di quelle che si trovano ricoverate in ospedale, ma anche di coloro che vengono ospitati in strutture per anziani, dei bambini e degli animali che risentono, in modo particolare, delle forti esplosioni. E’ necessario tenere alta l’attenzione e non consentirne l’utilizzo in questi giorni”.

L’inosservanza delle disposizioni previste sarà punita con una sanzione pecuniaria da 25 a 500 euro.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2023 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni