Mottarone un anno dopo, inaugurato il cippo commemorativo

Questa mattina, 23 maggio 2022, primo anniversario della strage della funivia del Mottarone, è stato inaugurato il cippo commemorativo nel punto esatto in cui un anno fa la cabina numero 3 della funivia è andata a schiantarsi provocando 14 morti e un ferito.

Alla cerimonia, che ha preceduto la messa nella chiesa della Madonna delle Neve, erano presenti le autorità, ma soprattutto i famigliari delle vittime e i soccorritori.

«È trascorso un anno dalla tragedia della funivia del Mottarone che ha strappato la vita a 14 persone, stravolto per sempre quella delle loro famiglie e ha sconvolto il nostro Piemonte – ha dichiarato il presidente della Regione, Alberto Cirio -. E questa mattina siamo tornati qui. La giustizia non può riportare indietro chi non c’è più. Ma è un dovere e la chiediamo con forza».

«Oggi non c’è spazio per le parole ma solo per il dolore, la commozione, il ricordo e per esprimere la vicinanza a quanti hanno perso gli affetti più cari – ha affermato l’assessore regionale Matteo Marnati -. E oggi siamo qui, perché questo è il momento in cui le istituzioni devono stringersi a queste famiglie, provate da un immenso dolore, per chiedere giustizia, dovere che le istituzioni devono garantire».

«È doveroso fare giustizia, lo chiediamo con forza e vi abbracciamo – ha detto il sindaco di Stresa, Marcella Severino rivolgendosi ai parenti delle vittime -. Si è cercato un battito o un respiro tra gli zainetti, invece c’era solo silenzio. Poi dopo qualche giorno sono arrivate le coltellate, quando si è scoperto che forse questa tragedia si poteva evitare».

Leggi anche

Strage del Mottarone, un anno dopo

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL