[ditty_news_ticker id="138254"]

Lumache giganti e luminose in piazza Garibaldi. «Così si riqualifica la zona»

Un progetto da 20 mila euro promosso dal Comune che sarà inaugurato il 15 novembre

Sei lumache luminose in piazza Garibaldi. Un’iniziativa del Comune di Novara che prende il nome di “Re-Generation” e che consiste nella collocazione, nella piazza della stazione, di sei riproduzioni di chiocciole che s’illumineranno durante le ore notturne. Le opere saranno lunghe circa 3 metri, larghe 2, alte 2 metri e 35, per un peso 110 chili l’una.

«La scelta artistica proviene dalla Cracking Art – spiega l’assessore alla Cultura, Luca Piantanida -. Si tratta di un movimento di valenza internazionale, che nasce in Italia a fine anni ’90 e lavora sul tema della rigenerazione della plastica. L’opera consiste nella riproduzione di animali facilmente riconoscibili che vanno ad occupare piazze o edifici. L’idea è che questa visione dia un messaggio alla sostenibilità ambientale, con il riciclo della plastica che non inquina ma, al contrario, arricchisce l’ambiente circostante».

Perchè in piazza Garibaldi e perché la lumaca? «Al posto di riprodurre queste chiocciole in piazza Duomo o al Broletto – prosegue Piantanida – abbiamo avuto l’idea di collocarle in piazza Garibaldi dopo una richiesta fatta dai residenti della zona per la promozione culturale della piazza, favorendo così anche la sicurezza urbana. La piazza della stazione è un luogo di attraversamento, ma vogliamo provare a pensarla diversamente. Questa è un’iniziativa artistica di rottura che ha la potenzialità di attrarre bambini e famiglie, con elementi quasi da parco giochi, con una considerazione alla tematica social. Le lumache si prestano, infatti, anche ai selfie da parte dei ragazzi. La scelta è ricaduta sulla chiocciola in quanto simbolo della rigenerazione urbana in una piazza che sta facendo opere di riqualificazione, a partire dai lavori alla stazione da parte di Rfi».

Le lumache in piazza Garibaldi fino al 15 febbraio. Coinvolto anche l’Hotel Cavour

Un’iniziativa che ha trovato appoggio da parte della comunità, la quale ha anche partecipato attivamente: «Da una chiacchierata con il proprietario dell’hotel Cavour, Claudio Lavagna, novarese, è nata la sua idea di un’iniziativa privata di dieci chiocciole più piccole che verranno appese alle finestre della struttura» aggiunge l’assessore.

I lavori di allestimento partiranno dopo domani, il 14 ottobre, mentre è prevista per il 15 novembre la giornata di presentazione al pubblico. «Abbiamo già avviato i contatti con Novara Jazz per l’organizzazione di un evento artistico per l’occasione – continua Piantanida -. L’installazione rimarrà fino al 15 febbraio 2024. L’investimento è di 15 mila euro per il progetto artistico. A questi vanno aggiunte le spese tipografiche, con un importo complessivo che non supererà comunque i 20 mila euro. Questo progetto è un esperimento che si è concretizzato e che si aggiunge ad una serie di idee alle quali stiamo lavorando per la riqualificazione di piazza Garibaldi. Vogliamo fare cose nuove, considerare la stazione un punto attrattivo».

Il progetto sarà sponsorizzato anche da Assa, la quale metterà a disposizione del Comune anche quattro addetti durante la fase di allestimento delle lumache. A questo punto non resta che sperare che le finalità del progetto restino tali e non rovinate dall’inutile vandalismo.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2024 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Fabio Silvestre

Fabio Silvestre

Novarese, giornalista pubblicista. Ha scritto per testate locali e nazionali articoli di cronaca e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni