L’Italia riparte, cosa cambia da domani


Spostamenti
A partire dal 18 maggio gli spostamenti delle persone all’interno del territorio della stessa regione non saranno soggetti ad alcuna limitazione.

Fino al 2 giugno restano vietati gli spostamenti in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente ci si trova, così come quelli da e per l’estero, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute; resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Dal 3 giugno gli spostamenti saranno consentiti anche tra regioni, da e per l’estero, senza limitazioni. Il Piemonte sta valutando se posticipare questa data.

È confermato il divieto di mobilità per le persone sottoposte alla misura della quarantena per provvedimento dell’autorità sanitaria in quanto risultate positive al virus covid 19, fino all’accertamento della guarigione.


Riaperture
Le attività economiche, produttive e sociali devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida, idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento.

18 maggio: negozi al dettaglio, saloni per parrucchieri, centri estetici, studi di tatuaggio e piercing, servizi per gli animali, stabilimenti balneari, celebrazioni liturgiche, musei, strutture ricettive, allenamenti individuali e per gli sport di squadra. Bar, ristoranti e pub in tutta Italia tranne che in Piemonte dove continua il take away.

20 maggio: banchi extralimentari nei mercati

23 maggio: bar, ristoranti e pub in Piemonte

25 maggio: palestre e piscine.

15 giugno: cinema e teatri.


Divieti e riunioni
E’ vietato l’assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura con la presenza di pubblico, ivi compresi quelli di
carattere culturale, ludico, sportivo e fieristico, nonchè ogni attività convegnistica o congressuale. Le riunioni si svolgono garantendo il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.


Scuola e università
Le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonchè la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università, i corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani sono svolte con modalità on line.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Una risposta

  1. vorrei sapere dove sono pubblicate le date di apertura? non c’è ancora un’ordinanza della regione piemonte che specifica per palestre e piscine. Nemmeno sul Dl di ieri sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: