L’Italia è bianca, via le mascherine all’aperto

I numeri di ieri sul territorio fanno ben sperare, ma ora l’incognita è rappresentata dalla variante Delta

Da oggi, lunedì 28 giugno, tutta l’Italia entra in zona bianca. La novità più importante e tanto desiderata e lo stop dell’obbligo di mascherine all’aperto. Il dispositivo ma comunque portato con sé per l’utilizzo nel caso in cui si creino condizioni di assembramento nei mercati, nelle fiere, nelle code. La protezione è fortemente raccomandata per soggetti fragili e immunodepressi e a coloro che stanno loro accanto. L’obbligo rimane sui mezzi pubblici, negli ambienti sanitari e in quello al chiuso.

Per quanto riguarda i ristoranti, niente limiti alle presenze ai tavoli all’aperto, massimo 6 persone, se non conviventi, al chiuso. Le riaperture saranno completate entro il 10 luglio dalle discoteche sotto le stelle.

I numeri di ieri sul territorio fanno ben sperare: 4 i ricoverati Covid all’ospedale Maggiore e uno solo a Borgomanero. Nell serata di ieri i positivi in Piemonte erano 31 pari allo 0,3% di 9.041 tamponi eseguiti, di cui 6.238 antigenici. Dei 31 nuovi casi, gli asintomatici sono 23 (74,2%).

Ora l’incognita è rappresentata dalla variante Delta (quadruplicati i casi a giugno rispetto a maggio) che potrebbe imporre nuove zone rosse limitate.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni