Intra: si indaga ancora per la morte di un uomo di 59 anni

Inchiesta ancora aperta per la morte dell'uomo genovese

Erano gli ultimi giorni del 2021 e Aldo Caravaggio, cinquantanove anni ligure, stava trascorrendo alcuni giorni a Intra nella vecchia casa dei nonni. Il 30 dicembre i parenti della vittima residente a Genova, hanno deciso di chiamare le forze dell’ordine di Verbania, visto che l’uomo non rispondeva alle chiamate e agli sms.

Giunti sul luogo indicato dai famigliari, i soccorritori hanno fatto irruzione nell’abitazione trovando il corpo del genovese steso sul pavimento, ormai senza vita. Immediatamente informati i parenti, questi ultimi hanno dichiarato che, nei due giorni precedenti, la vittima aveva accusato lievi malori: mal di tesa, mancamenti e nausea. Elementi che hanno indotto la procura della repubblica di Verbania ad aprire un fascicolo per omicidio colposo. Sembra infatti che la morte possa essere avvenuta a causa delle esalazioni da monossido di carbonio e si sta valutando, ancora oggi, le eventuali responsabilità circa la manutenzione della caldaia. Le indagini, ci confermano, sono ancora in corso.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL