Radiologia domiciliare dell’Asl, in un anno eseguiti un centinaio di esami

Il bilancio del servizio territoriale portato avanti con il contributo di enti e associazioni

Dal mese di giugno 2022 è partita l’attività di radiologia domiciliare nell’Asl Novara per l’esecuzione di radiografie rivolte alle persone allettate, al proprio domicilio o in Residenza Sanitaria Assistenziale (Rsa). Nei primi sei mesi di attività sono stati eseguiti circa un centinaio di esami di cui oltre 70 a casa e 25 in Rsa.

Grazie all’impegno congiunto della Fondazione Banca Popolare di Novara e dell’Azienda Cimberio Spa di San Maurizio D’Opaglio, con il contributo dell’Associazione Pronefropatici “Fiorenzo Alliatadi Borgomanero e il supporto del Lions Club Borgomanero Host è stata donata alla Radiologia dell’Asl Novara, un’apparecchiatura radiologica portatile per l’esecuzione di radiografie a persone allettate, non trasportabili, a casa e/o o in RSA(Residenza Sanitaria Assistenziale).

Il Lions Club Borgomanero Host ha inoltre donato l’autovettura Fiat Panda di colore grigio per consentire agli operatori gli spostamenti e di raggiungere le abitazioni degli utenti e le RSA. Il servizio è rivolto alle persone fragili e rappresenta un’efficace e valida alternativa al trattamento ospedaliero, garantendo la continuità del percorso di diagnosi e cura e integrando ospedale-territorio. Gli esami che vengono eseguiti con la strumentazione portatile sono: radiografie al torace, colonna vertebrale, bacino e anche, ossa lunghe e relative articolazioni e, una volta effettuati, le immagini vengono inviate al medico radiologo per la refertazione. Lo speciale “trolley” al seguito del Tecnico di Radiologia è un apparecchio radiologico all’avanguardia per svolgere le lastre ai pazienti “fragili” che hanno reale necessità di eseguire l’esame radiologico e sono impossibilitati ad essere trasportati dal loro letto in ospedale. Le indicazioni dell’esame sono valutate dal Direttore del Reparto di Radiologia dell’Ospedale di Borgomanero.

«Grazie al sostegno della Fondazione Banca Popolare di Novara e dell’Azienda Cimberio Spa di San Maurizio D’Opaglio, e alla collaborazione di Lions Club Borgomanero Host e Associazione Pronefropatici Fiorenzo Alliata di Borgomanero, è stato possibile utilizzare un’apparecchiatura diagnostica radiologica portatile all’avanguardia, per eseguire esami radiografici a casa del paziente con i medesimi standard qualitativi, di sicurezza e di efficacia delle prestazioni eseguite in ospedale. La collaborazione tra Distretti, Medici di Medicina Generale, Radiologia e Direzione Medica Ospedaliera ha permesso così di dare una risposta concreta ai bisogni di anziani fragili, evitando inutili e difficili trasferimenti in ospedale. L’obiettivo per il 2023 è quello di offrire a un numero sempre maggiore di persone “fragili” le prestazioni sanitarie sul territorio. Un ringraziamento è doveroso anche agli operatori della Struttura Complessa di Radiologia, alla Primaria dott.ssa Loredana Franchini e alla Tecnica di Radiologia Sara Del Conte, che hanno accolto e si sono messi a disposizione per garantire un servizio così fondamentale in particolare per le persone fragili e anziani» ha dichiarato Angelo Penna  direttore generale dell’Asl Novara.  

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2023 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni