Fp Cgil Novara: «In piazza il personale dell’Ispettorato del lavoro»

Alla base della protesta l'esclusione del personale dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro dalla bozza di DPCM

Sulla scorta delle proteste nei primi gironi di febbraio da parte delle OO.SS, le organizzazioni sindacali hanno indetto uno sciopero di tutto il personale INL previsto per il 4 marzo.

«Le lavoratrici ed i lavoratori dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Novara e del Verbano Cusio Ossola, aderiscono allo stato di agitazione Unitario Nazionale proclamato da tutte le OO.SS. in data 11.2.2022, ritenendo oltremodo oltraggioso la clamorosa esclusione del personale dell’INL dalla bozza di DPCM che prevede l’armonizzazione dell’indennità di amministrazione – hanno reso noto i sindacati – In più, nonostante il notevole ridimensionamento degli organici, i lavoratori dell’INL negli ultimi anni hanno fatto fronte ad un considerevole aumento di carichi di lavoro e competenze. Sono stati in prima linea nel controllare l’applicazione dei protocolli di sicurezza COVID 19 e sono stati gravati senza un’adeguata formazione preliminare, di ulteriori compiti di sicurezza sul lavoro a seguito di una modifica del T.U. di sicurezza sul lavoro. A fronte di questo maggiore impegno richiesto, i lavoratori dell’INL ricevono un trattamento economico inferiore rispetto ad altre amministrazioni. Non possiamo più accettare un trattamento simile, bisogna scendere in piazza».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL