«È stato un autentico privilegio». Il saluto commosso del questore Lavezzaro

Il capo della questura di Novara ha salutato la città in occasione della Festa della Polizia al Broletto. Lascerà l'incarico tra pochi giorni

In occasione dell’annuale Festa della Polizia, che si è svolta oggi al Broletto, il questore, Rosanna Lavezzaro, che tra pochi giorni lascerà Novara per Rimini, ha salutato commossa la città: «È stato un autentico privilegio. Indossare la divisa non significa disporre di un potere arbitrario a assumersi responsabilità. Anche se a volte è difficile, lo ritengo un grande privilegio» ha detto il questore di fronte di fronte al pubblico.

Poi, dopo un excursus sui due anni di Covid e la nuova emergenza che segue la guerra in Ucraina, LAvezzato ha aggiunto i rigraziamenti alla città: «Novara ha un alto grado di sicurezza e una questura preparata che mi ha resa orgogliosa di essere qui. Grazie a tutta la città e alle sue istituzioni, generose e illuminate».

La Festa della Polizia è stata anche l’occasione per premiare gli agenti meritevoli che si sono distinti nel loro lavoro. All’atleta Linda Olivieri, campionessa olimpica di atletica delle Fiamme Oro e Novarese dell’anno 2022, è stato consegnato un quadro realizzato dall’assistente capo Raffaele Iacaruso.

A chiudere la cerimonia, prima dell’intrattenimento musicale del Novara Gospel Festival, è stata Lucilla Giagnoni che ha letto un brano tratto dall’Elogio della mitezza di Norberto Bobbio.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL