Dopo il crollo del contro soffitto riapre la sede di via Camoletti del liceo Casorati

L'istituto ospita anche il distaccamento del liceo scientifico Antonelli. Un mese e mezzo di lavori. Gli studenti: «Felici di tornare nella nostra scuola»

La sede di via Camoletti che ospita il liceo musicale Casorati e il distaccamento del liceo scientifico Antonelli è stata restituita agli studenti nella mattinata di ieri, 3 novembre. Lo scorso 12 settembre, a seguito una forte pioggia, durante la notte era crollata una porzione di contro soffitto impedendo lo svolgimento delle attività didattiche. «Nonostante l’anno scolastico fosse appena iniziato, abbiamo deciso di procedere con un intervento risolutivo e di, conseguenza, chiudere la scuola per un mese e mezzo – ha spiegato il consigliere provinciale delegato all’Istruzione, Andrea Crivelli -. L’obiettivo però era quello di restituire l’immobile in piena sicurezza con una tecnologia brevettata, garantita anche da una polizza decennale».

Anche il dirigente provinciale Adriano Zanetti ha sottolineato che «non c’erano alternative, non si poteva mettere a repentaglio la sicurezza di studenti e insegnanti».

Il costo dei lavori è stato di 180 mila euro. I tecnici hanno così provveduto rimuovere tutte le lampade di aule, laboratori, corridoi e servizi igienici; sono poi stati posati gli elementi in acciaio sui quali ancorare la contro soffittatura, realizzata con cartongesso: questa ha la funzione di tenuta degli intonaci che si trovano a soli tre centimetri rispetto alla contro soffittatura e che rappresenta una garanzia in termini di sicurezza. Il contro soffitto è stato quindi rasato, stuccato e rifinito con una tinteggiatura anallergica. Al termine di questi lavori sono stati ricollocati tutti i corpi illuminanti nelle loro ubicazioni originali.

Presenti all’apertura dell’istituto anche i rappresentanti degli studenti Alessandro Sala e Francesca Fornero: «Non vedevamo l’ora di torna nella nostra scuola – hanno detto – i disagi non sono manati ma questa giornata ci ha ripagati di tutto».

«Ringrazio la Provincia che si è fatta carico di tutto» ha aggiunto la dirigente dell’Antonelli, Silvana Romeo.

«In questo periodo il liceo musicale è stato spostato in via Greppi, nella sede dell’artistico, con conseguenti disagi a entrambe le scuole che non hanno potuto adottare l’orario definitivo e sono state costrette a sospendere alcune lezioni e diverse attività laboratoriali – ha proseguito Crivelli – Non abbiamo però ricevuto lamentele da parte delle famiglie».

«Potrebbe non essere possibile recuperare tutte le ore perse – ha aggiunto il dirigente scolastico del Casorati, Salvatore Palvetti – ma abbiamo comunque tutti i requisiti per poter garantire le acquisizioni di base. Siamo la scuola con più l’orario più lungo, 34 ore settimanali, ognuna delle quali di 50 minuti. Questo perché nell’orario vengono conteggiati anche gli intervalli durante i quali i nostri studenti possono consumare i loro pasti assistiti dai docenti».

«Nonostante le difficoltà – ha sottolineato l’insegnante di pianoforte Elisa Petrarulo – i ragazzi hanno proposto di seguire lezioni aggiuntive di strumento utilizzando gli unici due pianoforti del liceo artistico». E durante la presentazione dei lavori Luca Zucchini e Melissa Pipitone hanno dato prova dei risultati raggiunti con una esibizione al piano.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni