Dichiarato il fallimento del Novara Calcio 1908. La rabbia dei tifosi: «Una vicenda vergognosa»

Dichiarato il fallimento del Novara Calcio 1908. Questa mattina, 10 gennaio, il tribunale di Novara la depositato la sentenza di fallimento della “vecchia” squadra di calcio. Nel mese di settembre l’avvocato Gian Carlo Cipolla, legale di Fulvio Pavanati – figlio di Leonardo e amministratore della società -, aveva chiesto di poter presentare un piano di rientro e a dicembre era stato avanzata la richiesta di un rinvio per una negoziazione. Indagato anche l’ex presidente, Massimo De Salvo.

La vicenda aveva avuto inizio nell’estate del 2021 quando la società non era stata ammessa al campionato professionistico di serie C per non aver eseguito una serie di pagamenti. L’ex neo proprietario, l’imprenditore Leonardo Pavanati (in foto), era stato recluso nel carcere di Monza – in seguito sono stati disposti i domiciliari – e la Procura aveva ordinato il sequestro di beni per un valore di 1,5 milioni di euro. Agli arresti domiciliari era stato messo anche il suo socio, Marco Bonanno. 

Appresa la notizia, i tifosi hanno espresso la loro rabbia: «La società di Leonardo Pavanati e della famiglia De Salvo è definitivamente fallita. Si chiude così nel peggiore dei modi questa lunga, incresciosa e vergognosa vicenda – ha scritto sulla pagina Facebook forzanovara.net -. La data di oggi, per tutta la città di Novara e tutti i Tifosi Azzurri, sarà la data più triste da ricordare per quanto riguarda il Novara Calcio 1908. Con il fallimento, dichiarato oggi dal Tribunale di Novara, si chiude la gloriosa storia del Novara Calcio, nato nel lontano 1908».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2023 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni