Covid, Piemonte giallo ma Re diventa zona rossa

I Piemonte resta in zona gialla ma l’incremento di nuovi contagi al coronavirus spinge la regione a istituire una zona rossa a Re, in Val Vigezzo, provincia del Vco.

I divieti scatteranno domani, sabato 20 febbraio, alle 18 e interesseranno tutto il territorio comunale di Re. Verrà anche sospesa l’attività didattica in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado della Val Vigezzo, con ordinanze emesse dai Sindaci del territorio.

La decisione la decisione è stata assunta oggi dopo un incontro del presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio con i rappresentanti degli enti locali e i Prefetti.

Del resto Cirio aveva preannunciato l’intenzione di andare a bloccare piccole zone dove i casi vadano aumentando, in modo da bloccarne la diffusione in modo tempestivo.

«Una decisione che si è resa necessaria dato l’improvviso incremento di casi registrato nell’ultima settimana a Re – spiega il presidente della Regione Cirio, che ha firmato in questi istanti l’ordinanza che istituisce la zona rossa -. In questo piccolo Comune su circa 750 abitanti sono emersi 37 soggetti positivi negli ultimi 7 giorni. Non sappiamo ancora se questi casi siano dovuti a una variante, ma è comunque una incidenza molto elevata e abbiamo ritenuto necessario intervenire per tutelare la salute delle persone che popolano la vallata».

L’ordinanza sarà valida fino a venerdì 26 febbraio.

IN PROVINCIA DI NOVARA

Da segnalare che in Provincia di Novara nell’ultima settimana, secondo i dati dell, sono aumentati i casi di persone positive al Covid in modo significativo in alcuni centri dell’Ovest Ticino, come Trecate (41 casi, +15 rispetto a 7 giorni fa), Castelletto Ticino (31 casi, +13 rispetto a sette giorni fa) e Cerano (22 casi, +6 rispetto alla scorsa settimana), mentre Oleggio (con 67 casi) resta la città a maggior incodenza di positivi su popolazione: 4,7 su mille abitanti contro una media provinciale di 2,2. Novara, invece, continua a segnare un costante, seppur lieve, calo di casi positivi.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni