Covid, domenica con meno casi novaresi ma in Piemonte risalgono positività e ricoveri

Oggi 11 nuovi casi, scendono gli attualmente positivi (224) e l'incidenza (34,2). Al Maggiore sempre 4 ricoveri, salgono a 2 al SS Trinità di Borgomanero. In Regione meno tamponi e tasso di positività all'1,1%. Ricoveri +4 su ieri: sono 186. Vaccinazioni in Piemonte al 68,7% della popolazione vaccinabile (77,9% almeno una dose)

Meno nuovi casi di persone positive nel Novarese, questa domenica 11 (-12 su ieri), e in Piemonte, 173 (-129), ma a fronte della consueta diminuzione dei tamponi eseguiti nel fine settimana il tasso di positività risale: 1,1% in Piemonte (ieri 0,9%) comunque inferiore al 2% nazionale. Diminuisce nel Novarese anche il valore dell’incidenza a 34,2 (casi settimanali su 100mila abitanti) mentre è stabile in Piemonte a 37,4 comunque inferiore alla soglia critica di 50, sotto la quale sono solo 8 Regioni.

In lieve, ma continuo, calo nel Novarese anche le persone attualmente positive (dato Unità di crisi Covid Regione Piemonte) che oggi scendono a 224 (-6 su ieri e i due giorni precedenti, con un trend in discesa da lunedì 23 agosto quando si contavano 291 infetti). A Novara sono scesi a 68. Le persone attualmente positive in Piemonte invece salgono a 3.866 (+11 su sabato), di cui 3.680 in isolamento domiciliare.

Sul fronte ospedaliero restano 4 i ricoverati al Maggiore di Novara (2 in subintensiva e 2 nel reparto infettivi) mentre salgono a 2 i ricoverati al SS Trinità di Borgomanero (nessuno in terapia intensiva e il paziente arrivato oggi è persona vaccinata con una prima dose solo pochi giorni fa). A livello regionale si registra un ulteriore lieve aumento: in tutto 186 pazienti (+4 su ieri) di cui 164 (+5) ricoverati in area non critica e 22 (-1) in terapia intensiva.

Oggi in Piemonte è stato registrato un decesso, nel Torinese.

VACCINAZIONI

Proseguono le vaccinazioni anticovid in Regione: con gli ultimi dati governativi (di questa mattina) i piemontesi completamente vaccinati salgono al 68,7% della popolazione vaccinabile (in Italia 71,5%), mentre il complesso di piemontesi raggiunti con almeno una iniezione è del 77,9% (in Italia 79,8%). La fascia di popolazione più protetta è quella delle persone con più di 80 anni (92,9% di vaccinati ciclo completo, in Italia 92%), mentre crescono quelle dei più giovani. Tra i ragazzi 12-19 anni il 26,9% è vaccinato e il 56,2% ha almeno una iniezione), tra i giovani 20-29 anni il 60% è vaccinato e il 76,2% ha già almeno una dose: tutte percentuali comunque inferiori alla media italiana.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni