Coronavirus, dalla Regione misure economiche per il commercio e il turismo

Coronavirus, dalla Regione misure economiche per il commercio e il turismo. Lo ha annunciato poco fa il governatore Alberto Cirio in una conferenza stampa a cui hanno partecipato anche il prefetto di Torino, Claudio Palomba, e l’assessore alla Programmazione economico finanziaria Andrea Tronzano.

Liquidità immediata per 200 milioni di euro
Cirio: «La Regione paga nei tempi stabiliti, ma per tutto il mondo di enti e associazioni i termini sono più lunghi. Ora sblocchiamo 200 milioni di euro che vanno a integrare il sistema economico».

Fondo di garanzia e conto interesse
Tronzano: «Garantisce le imprese nei confronti delle banche. Uno stanziamento di 53 milioni di euro per incrementare il fondo nazionale. Ad esempio, un’azienda che deve pagare gli stipendi e in questo momento ha difficoltà, va in banca a chiedere un prestito e la Regione interviene per aiutarla a ottenerlo. Partirà venerdì. Con il conto interesse, invece, paghiamo gli interessi che le imprese hanno nei confronti delle banche».

Cassa integrazione in deroga
Cirio: «È indirizzata ai settori più colpiti come turismo e commercio. Si riconosce una cassa anche alle aziende che hanno meno di 6 dipendenti e alle mono aziende, alle cooperative e mense scolastiche che in questo momento non possono svolgere la propria attività. Tutte queste persone ricevono una cassa integrazione che arriva all’80% dello stipendio per almeno due mesi. Partirà martedì».

 

[the_ad id=”62649″]

 

Sospensione dei mutui per 1000 aziende
Cirio: «Sospendiamo il pagamento del mutuo a 1000 aziende piemontesi per un totale di 110 milioni di euro».

Sostegno integrato alle famiglie
Cirio: «Il voucher destinato alle famiglie che in questo periodo devono far fronte a numerose spese a causa della chiusura delle scuole, sarà integrato da alcune misure regionali. A seconda di quello che deciderà il governo, vedremo se aumentare i contributi statali oppure se allargare le fasce che non saranno comprese».

L’immagine del Piemonte nel mondo
Cirio: «Abbiamo stanziato 7 milioni di euro che saranno impiegati una volta terminata l’emergenza per rilanciare l’immagine del Piemonte nel mondo. Ci auguriamo che questo lavoro di promozione delle diverse regioni possa essere coordinato a livello nazionale».

Al ministero richiesta di chiarimenti sul dpcm
Palomba ha comunicato che «Il dpcm lascia spazio ai dubbi in tema di teatri, musei e luoghi culturali. Per oggi sarà pronto un documento di chiarimenti che sarà inoltrato al ministero».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni