Dehors gratis fino a marzo. Agevolazioni per i mercatali

I due provvedimenti sono stati approvati all'unanimità dal consiglio comunale. Per bar e ristoranti si va verso un'esenzione della Tosap sino alla fine dell'emergenza. Ridotte di un terzo le tariffe per gli esercenti del mercato coperto e di quelli rionali

Dehors gratis fino a marzo. Agevolazioni per i mercatali. I due provvedimenti sono stati approvati oggi, 21 dicembre, all’unanimità dal consiglio comunale. Per bar e ristoranti si va verso un’esenzione della Tosap sino alla fine dell’emergenza. Ridotte di un terzo le tariffe per gli esercenti del mercato coperto e di quelli rionali. Questo secondo punto è stato illustrato dal vicesindaco e assessore al Commercio Marina Chiarelli per colmare una lacuna («Era stato previsto l’esonero del pagamento per le concessioni di occupazioni temporanee di suolo pubblico, ma non quelle riguardanti le strutture fisse») nelle varie forme di sostegno alle diverse attività economiche per contenere gli effetti negativi della pandemia; a questo scopo l’amministrazione cittadina ha provveduto ad approvare una riduzione del 30% delle tariffe al metro quadro per i titolari degli spazi del mercato coperto di viale Dante e delle due strutture rionali di largo Leonardi e piazza Pasteur. L’importo per i primi viene ridotto da 108 a 75,60 euro; per i secondi scende da 44,22 a 30,95.

Un provvedimento particolarmente plaudito anche dalla minoranza: «Non possiamo che ritenerci d’accordo per l’attenzione manifestata nei confronti di queste attività che sono fondamentali per il compito che svolgono al servizio della comunità – ha detto Sara Paladini (Pd) – Ci auguriamo che questo intervento non sia tardivo, affinché queste attività possano continuare a prestare il loro servizio per i cittadini».

A Roma, invece, la Commissione Bilancio ha approvato un emendamento che proroga i ristori ai Comuni sino al termine dell’attuale stato d’emergenza (31 marzo 2022). Il provvedimento consentirà, una volta divenuto legge, alle amministrazioni locali di esentare i pubblici esercizi dal pagamento della cosiddetta “tassa sui dehors”.

La conferma dalla capitale è giunta proprio mentre si stava discutendo il documento che approva il nuovo regolamento dei dehors. A fugare qualche dubbio nelle fila della minoranza (il “dem” Rossano Pirovano e il “pentastellato” Mario Iacopino) ci hanno però pensato gli assessori Silvana Moscatelli e Valter Mattiuz: «Sono due cose distinte – hanno sostanzialmente detto – Il regolamemento recepisce tutte le nuove normative contenute nel Codice della strada. Per quanto riguarda le autorizzazioni, stiamo già raccogliendo le nuove adesioni». Anche in questo caso il voto è stato unanime.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL