Centri estivi comunali: si parte il 15 giugno rispettando le norme di distanziamento

Il sindaco di Novara, Alessandro Canelli, l’aveva anticipato a La Voce in un’intervista rilasciato lo scorso 3 maggio (leggi qui): «Nelle prossime settimane con le associazioni e le parrocchie porteremo avanti un progetto di organizzazione di centri estivi sulla città in un numero maggiore rispetto a quelli tradizionalmente attivati in modo da occupare più spazi come i cortili delle scuole, le parrocchie, gli spazi aperti e strutture mai considerate a questo scopo».

Ora il primo passo concreto per i centri estivi riservati ai bambini delle scuole dell’infanzia e primarie. Le iscrizioni apriranno lunedì 25 maggio mentre i summer camp si svolgeranno dal 15 giugno al 31 luglio.

I bambini delle primarie saranno accolti nei plessi scolastici della Bottacchi, Don Ponzetto e Galvani dalle 8/8.30 alle 16/16.30 con circa 40 bambini per ogni scuola; per i bimbi della scuola d’infanzia verranno utilizzati i plessi Bottacchi, Sulas e Galvani dalle 8/8.30 alle 12/12.30 (30 bambini per ogni plesso).

 

 

«Il summer camp – spiega l’assessore all’Istruzione Valentina Graziosi – si svolgerà sulla linea di tradizionali centri estivi che abbiamo promosso negli anni scorsi, ma chiaramente con le dovute precauzioni e nel pieno rispetto delle regole previste dal decreto. All’ingresso, ogni giorno, ai bambini verrà misurata la temperatura, i bambini sopra i 6 anni utilizzeranno mascherine, le attività ludiche e didattiche verranno proposte nel rispetto del distanziamento sociale, con interventi di igienizzazione e sanificazione degli ambienti così come previsto dalla legge. L’obiettivo è quello di far divertire i bambini e farli socializzare ma nell’assoluto rispetto delle condizioni di sicurezza sia per gli iscritti che per gli operatori».

Sono cambiati anche i rapporti numerici tra bambini ed educatori: «I gruppi infatti – continua Graziosi – saranno strutturati con un rapporto 1 a 7 per la fascia di età delle primarie e 1 a 5 per le scuole d’infanzia. Per i bambini con certificazione di disabilità il rapporto è di 1 a 1».

Per i bambini delle primarie il pranzo sarà fornito dalla ditta Dussman nella modalità “lunch box”, cioè pasti monoconfezionati che non richiedono cottura o riscaldamento in loco «in modo che i bambini possano consumare il pranzo anche all’aperto rispettando le distanze di sicurezza. A causa della situazione di emergenza sanitaria – conclude l’assessore Graziosi – i criteri di accesso saranno molto rigorosi. Questo ci porta di conseguenza a fornire il servizio ai soli genitori residenti nel Comune di Novara e che necessitano di supporto per problemi effettivi di lavoro». In caso di superamento del limite massimo di iscrizioni verrà valutato il valore Isee più basso.

Da lunedì, dunque, sarà possibile accedere alla modulistica (che dovrà essere restituita solo via mail all’indirizzo centriestivi@comune.novara.it) dal sito del Comune di Novara www.comune.novara.it.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: