Cameri, gli alunni della “Tadini” in montagna grazie ai fondi della Regione

La regione Piemonte ha stanziato contributi per circa 113 mila euro, finalizzati a coprire le spese per la pratica di attività sportive o per l’organizzazione di giornate in montagna. Il bando indetto dall’Assessorato regionale all’Istruzione si inserisce nel piano per l’ampliamento dell’offerta formativa, che complessivamente ha stanziato circa 1,8 milioni per aumentare in qualità e quantità l’offerta didattica ed educativa delle scuole piemontesi nell’anno scolastico in corso e nel prossimo (2023-24). Fra le scuole “premiate” dalla Regione, l’istituto comprensivo “Francesco Tadini” di Cameri.

«Una giornata immersi nella natura alla scoperta del nostro territorio e non solo – afferma Stefania Ardizio dirigente scolastico dell’istituto camerese che disporrà di 1500 euro del bando regionale. «Abbiamo avviato una preziosa convenzione con la sezione di Cameri del Cai che prevede diverse iniziative, fra cui, appunto, una giornata di trakking per i bambini delle classi quarte. A maggio, dunque, grazie alla guida del Cai, i piccoli visiteranno il rifugio “Pstore” di Alagna e proseguiranno la gita fino al museo Walser».

«Un progetto inclusivo – conclude la dirigente – perchè anche i bambini disabili potranno partecipare alla giornata che, ci tengo a sottolineare, ha plurimi scopi: conoscenza ambientale, quindi della montagna del nostro territorio, conoscenza storica e – molto importante – conoscenza dei propri limiti».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2023 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni