Bellinzago, il sindaco Sponghini: «L’ultima mossa delle minoranze? Un esposto per ostacolare le feste del paese»

Le minoranze consiliari hanno contestato che in piazza ci fossero più di 200 persone

Un video sul profilo facebook dove il primo cittadino bellinzaghese, Fabio Sponghini, esprime il suo disappunto nei confronti delle minoranze «colpevoli di aver tentato di ostacolare le feste in piazza Gattorno delle scorse due settimane».

A detta del sindaco «è increscioso quel che abbiamo dovuto apprendere e mai e dico mai avrei pensato che si potesse arrivare a tanto. Bloccare, ostacolare in tutti modi le feste del paese ignorando le normative e danneggiando i propri concittadini. Beh, una cosa così non si è mai vista. Mazzaron, Del Conti, insieme agli altri “signori” delle opposizioni Luongo e Cotugno hanno presentato in Prefettura un esposto per bloccare la festa organizzata dalla nostra amministrazione. Hanno contestato che in piazza ci fossero più di 200 persone. Ovviamente, nemmeno a dirlo, era tutto in regola: c’era una certificazione di un professionista, un organizzatore attento a tutte le norme di sicurezza».

«Queste opposizioni vogliono solo colpire noi – conclude nel video Sponghini – e non gli importa se così facendo danneggiano anche i cittadini bellinzaghesi. Finché se la prendono con noi dell’amministrazione con vergognose illazioni diffamandoci su falsi conflitti di interesse sul piano regolatore, ci pensiamo noi a difenderci, ma in questo caso hanno attaccato il tentativo di far vivere il nostro paese, hanno attaccato tutti coloro che hanno vissuto due settimane speciali divertendosi in piazza. Questo loro modo di fare è davvero vergognoso e penoso, ma noi continueremo a lavorare duramente per far sì che il nostro paese sia sempre più gioioso nonostante le mille difficoltà. Sempre».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL