Nel basket oltre 300 gare da recuperare: «Piena collaborazione»

Gare nazionali, regionali, tornei, minibasket: tutto fermo nel mondo della pallacanestro fino a domenica 1 marzo compresa. E non solo in Piemonte, come era stato comunicato inizialmente, ma anche in Lombardia, Valle D’Aosta e Liguria. Una piccola mano però la Regione l’ha tesa nei confronti delle società grazie ad alcuni chiarimenti in seguito all’ordinanza emanata domenica 23 febbraio. Da questa prima ordinanza ieri sera, lunedì 24 febbraio, è stato specificato che gli allenamenti, benché a porte rigorosamente chiuse, possono essere effettuati, senza l’utilizzo di spogliatoi e quindi delle docce, ma solo i servizi igienici.

E così già da oggi qualcuno ha ricominciato almeno ad allenarsi, soprattutto le squadre che militano in campionato Senior e nazionali, come per esempio il Bc Trecate che ha trovato posto a Novarello e l’Oleggio Basket al momento nella stessa sede in attesa di conoscere l’esito delle strutture della città. Settore giovanile e minibasket variano un po’ da società a società, con la prevalenza di chi ha scelto di lasciare riposare gli atleti in questi giorni. Se a livello regionale il blocco delle gare è totale, a livello nazionale ancora no: al momento sono state rinviate alcune gare, per altre invece manca ancora l’ufficialità, come per esempio per la gara sempre di Oleggio che dovrebbe giocare a Borgosesia domenica 1 marzo e quella fra Alessandria e Alba (turno di riposo invece per Omegna).

 

[the_ad id=”62649″]

 

«E’ sicuramente una situazione di disagio, che stanno vivendo anche le altre discipline. Una situazione di disagio accettata però naturalmente di buon grado dal momento che si parla di salvaguardare la salute delle persone, in questo caso degli atleti – dice il presidente della Federazione Italiana Pallacanestro Piemonte, Gianpaolo Mastromarco – per il basket regionale parliamo di circa 350 gare da recuperare, circa 70 quelle di domenica 23 febbraio e in più quelle del prossimo weekend».

L’avviso dalla Fip di sospendere le partite è arrivato nella tarda mattinata di domenica e quindi le gare del mattino e quelle del sabato si sono disputate in modo regolare. «L’autorizzazione agli allenamenti, benché a porte chiuse, credo sia una grande boccata di ossigeno, soprattutto per le società che vantano squadre senior. Vedremo come poter recuperare le numerose partite, assolutamente trovando agevolazioni e magari alleggerendo alcune regole per poter davvero consentire un recupero. Sembra anche si potrà giocare, a porte chiuse e senza spogliatoi, staremo a vedere e ci affideremo alle decisioni. Troveremo il sistema migliore per riprendere al meglio. I calendari sono fitti, vicini e i tempi sono risicati, ci sono tanti eventi in programma, oltre al campionato, la nostra è una piena collaborazione per risolvere tutto al meglio».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *