Verbania candidata Capitale italiana della cultura 2021

Verbania candidata Capitale italiana della cultura 2021. Per il 2020 il titolo tocca a Parma e Verbania è l’unica città del Piemonte a essere tra le 44 città candidate per il prossimo anno. Un riconoscimento istituito dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il Turismo e assegnato da una giuria, dura un anno e la città vincitrice riceve un milione di euro per la realizzazione del programma presentato.

 

[the_ad id=”62649″]

 

Intanto nel 2022 ospiterà il Congresso Internazionale della Camelia, un appuntamento biennale che quest’anno si svolge a Goto, in Giappone, dal 29 febbraio al 6 marzo 2020. Durante questo prestigioso congresso, ci sarà il passaggio delle consegne con Verbania che per l’occasione sarà rappresentata da Pier Giorgio Varini, vice presidente della Commissione per il Gemellaggio.

Collegato a questo importante evento, che si svolgerà al centro eventi Il Maggiore, prosegue il lavoro per realizzazione del progetto “Biblioteca delle Camelie” che si realizzerà a Villa Maioni, voluto dal Consorzio Fiori Tipici del Lago Maggiore, dalla Società Italiana della Camelia e dal Comune di Verbania. Il progetto prevede la realizzazione per il 2022 di un parco botanico con scopo didattico che prevede una collezione di oltre 600 Camelie nei tre ettari del parco che circonda la sede della biblioteca; un parco che sarà dedicato al più grande studioso di queste piante e cioè il verbanese Piero Hillebrand, recentemente scomparso.

Un’occasione di promozione davvero importante per i fiori caratteristici del verbano e per il territorio, oltre che un riconoscimento per il lavoro dei floricoltori che si impegnano a mantenere un’eccellenza produttiva che porta milioni di piante in tutta Europa.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *