Siccità: la situazione idrica in Piemonte a inizio settembre

L’estate 2022 è risultata comunque una delle 15 più secche degli ultimi 65 anni

Ad un inizio d’estate leggermente sotto media in Piemonte per quanto riguarda le precipitazioni (-20%), ha fatto seguito un mese di luglio decisamente secco su gran parte del territorio regionale (-45%) salvo qualche area del basso cuneese, dove le piogge sono risultate nella norma rispetto alla climatologia 1991-2020. L’estate si è quindi chiusa con un mese di agosto particolarmente instabile e i frequenti temporali hanno fatto in modo che la pioggia media del mese sia risultata lievemente al di sopra della media (+5%), soprattutto nei bacini occidentali di cuneese e torinese.

In totale, nell’estate 2022, sono caduti in Piemonte circa 195 mm medi di pioggia a fronte di una norma climatica stagionale di 239 mm, quindi con un deficit totale pari a circa il 18% rispetto al valore medio degli ultimi 30 anni.

L’estate 2022 è risultata comunque una delle 15 più secche degli ultimi 65 anni. Considerando i dati sull’intero bacino del Po chiuso alla confluenza col Ticino, la precipitazione media totale da inizio anno è ancora ben al di sotto della norma del trentennio di riferimento 91-20 (al di sotto del 5° percentile) con uno scarto totale a fine estate pari al 41%. Le anomalie negative di pioggia in questa stagione non sono state uniformi sul Piemonte, ma il deficit più pronunciato si è osservato nella parte centro-settentrionale della regione mentre nel Cuneese gli apporti temporaleschi del mese d’agosto hanno ridotto il gap con le medie climatiche.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL