Piemonte in zona gialla, cosa cambia fino al 16 gennaio

Piemonte in zona gialla, cosa cambia fino al 15 gennaio. Come ha annunciato venerdì il presidente della Regione Alberto Cirio, da oggi lunedì 11 gennaio «il Piemonte resta in zona gialla almeno fino a sabato 16» quando è in programma un vertice tra il premier Conte i governatori delle Regioni per analizzare i dati dell’andamento epidemiologico e stabilire le chiusure dei periodi successivi.

Intanto, in questa settimana, non è consentito spostarsi tra regioni anche gialle, ma solo nella propria, dalle 5 alle 22 quando scatta il coprifuoco.

Bar e ristoranti sono aperti dalle 5 alle 18 e l’asporto sarà consentito fino alle 22 mentre non ci sarà alcuna limitazione per le consegne a domicilio. Il consumo al tavolo è consentito per quattro persone al massimo, a meno che non si tratti di conviventi. Sì alla ristorazione negli alberghi e nelle strutture ricettive, ma limitatamente ai propri clienti.

 

 

I negozi al dettaglio possono restare aperti fino alle 21. Aperti anche parrucchieri, centri estetici, mercati anche extra alimentari e centri sportivi. I centri commerciali  gli outlet, invece, sono  aperti solo nei giorni feriali, chiusi il sabato e la domenica, con l’eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno.

Non c’è speranza invece per musei, mostre, teatri, cinema, piscine e palestre che devono restare chiusti come sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni