La Galleria Giannoni ospita l’UPO nel progetto Samsung Innovation Camp

Focus del camp, la valorizzazione del patrimonio naturalistico, artistico e culturale attraverso l’innovazione digitale

Si è chiuso presso l’Università degli Studi del Piemonte Orientale, Samsung Innovation Camp, progetto sviluppato da Samsung Electronics Italia, in collaborazione con Randstad, agenzia internazionale specializzata in servizi HR, che nasce con l’obiettivo di accompagnare gli studenti e le studentesse delle università italiane in un percorso formativo dedicato all’innovazione digitale, volto a offrire quelle competenze sempre più richieste dal mercato del lavoro e prepararli a costruire i profili professionali del futuro. Focus di questa edizione, la valorizzazione del patrimonio naturalistico, artistico e culturale attraverso l’innovazione digitale, con l’obiettivo di sostenere il settore della Cultura e del Turismo, duramente colpiti in questo momento storico complesso. L’UPO ha partecipato al concorso proponendo il progetto Missione G.I.G.G – Giovani in Galleria Giannoni, il sito museale nel complesso Broletto, completamente rivisitato alla fine del 2021 (qui il nostro servizio). L’intento è quello di rilanciare la Galleria, visto che, da una ricerca condotta su 196 ragazzi tra i 14 e i 25 anni è stato evidenziato che il 91% degli utenti intervistati non ha mai visitato la struttura.

«Siamo, da sempre, impegnati a sostenere progetti che possano favorire lo sviluppo di competenze, la valorizzazione dei talenti e la promozione delle eccellenti realtà del nostro territorio” ha affermato il prof. Roberto Candiotto, docente di Organizzazione e Sistemi informativi aziendali e responsabile del progetto per l’Università degli Studi del Piemonte Orientale. «Per questo motivo abbiamo accolto con determinazione e spirito collaborativo questa preziosa opportunità, conducendola, insieme all’indispensabile supporto dei partner coinvolti, al pieno successo. I nostri studenti hanno saputo cogliere prontamente l’occasione e si sono impegnati, conseguendo appieno gli obiettivi».

Anche il primo cittadino novarese, Alessandro Canelli, si è detto entusiasta della partecipazione al concorso e progetto: «Samsung Innovation Camp, che vede la partecipazione della nostra Università del Piemonte Orientale, si è rivelata essere una grande opportunità per il comune di Novara. Quando abbiamo elaborato il project brief, quale punto di partenza per il lavoro degli studenti coinvolti, abbiamo chiesto loro di presentare una serie di proposte che avessero come obiettivo, lo “svecchiamento d’immagine e l’allargamento a pubblici under 25” della Galleria Giannoni. I 5 progetti che ci sono stati presentati, tutti di ottima qualità, ci hanno permesso di aprire un confronto e un dialogo molto diretto con il mondo studentesco e ci hanno fornito ottimi spunti per riflettere sulle future azioni, soprattutto in chiave digitale, che possono essere messe in campo per valorizzare e far conoscere un contenitore culturale dal grande valore artistico quale la Galleria Giannoni. Come Amministrazione ringraziamo anzitutto Samsung per averci scelto e confermiamo la nostra intenzione di proseguire nell’azione di iniziative di valorizzazione che tracciano nuove strade per innescare processi di welfare e di comunità, di innovazione culturale, di inclusione sociale».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL